Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2000 March-April;91(3-4) > Minerva Medica 2000 March-April;91(3-4):69-72

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

CASI CLINICI   

Minerva Medica 2000 March-April;91(3-4):69-72

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Linfoadenite Istiocitica Necrotizzante o malattia di Kikuchi-Fujimoto (Descrizione di un caso)

Arcidiacono G., Conticello A., Privitelli L., Saccone C., Laurenti A., Legname V., Di Mauro C.


PDF


La linfoadenite necrotizzante o malattia di Kikuchi-Fujimoto (LIN) è una malattia rara, ad eziopatogenesi sconosciuta, caratterizzata da linfoadenomegalia cervicale, febbre ed astenia, a decorso benigno con completa restitutio ad integrim dei linfonodi colpiti. Nel 1998 si ricoverava nell'Istituto di Medicina Interna e Specialità Internistiche di Catania la paziente A. G. di anni 28 per febbre, astenia e linfoadenopatia latero-cervicale. Gli esami ematochimici eseguiti durante il ricovero mostrarono leucopenia relativa ed un significativo aumento della VES. Una iniziale biopsia dei linfonodi latero-cervicale fece diagnosi di linfoma di Hodgkin. Tuttavia il favorevole decorso clinico e la precoce normalizzazione degli esami sierici precedentemente alterati suggerirono un'ulteriore biopsia linfonodale che concluse per LIN. Alla paziente furono somministrati antibiotici ed antiinfiammatori dai quali si ottenne la guarigione che persiste ad un follow-up di 12 mesi. In conclusione riteniamo la LIN patologia a decorso clinico benigno e ad etiopatogenesi sconosciuta, la cui incidenza è probabilmente superiore di quanto non rivelino i dati della letteratura per il carattere subdolo ed aspecifico con il quale può manifestarsi.

inizio pagina