Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2018 October;70(5) > Minerva Ginecologica 2018 October;70(5):635-40

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

ORIGINAL ARTICLE   

Minerva Ginecologica 2018 October;70(5):635-40

DOI: 10.23736/S0026-4784.18.04243-0

Copyright © 2018 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Nuovi metodi di predizione del parto pretermine: il PAMG-1 test

Laura DI FABRIZIO 1, Irene GIARDINA 1, Irene CETIN 2, Mariarosaria DI TOMMASO 3, Andrea CIAVATTINI 4, Mariavittoria LOCCI 5, Fabio FACCHINETTI 6, Marina ZONCA 7, Gian Carlo DI RENZO 1

1 Department of Obstetrics and Gynecology, University of Perugia, Perugia, Italy; 2 Department of Mother and Child Health, Luigi Sacco Hospital, Giorgio Pardi Center for Fetal Research, Milan, Italy; 3 Department of Health Sciences, University of Florence, Florence, Italy; 4 Division of Gynecology, Department of Women’s Health Sciences, Polytechnic University of Marche, Ancona, Italy; 5 Department of Obstetrics and Gynecology, Federico II University, Naples, Italy; 6 Department of Mother and Child Health, University of Modena and Reggio Emilia, Modena, Italy; 7 Department of Surgical Sciences, Obstetrics, and Gynecology, University of Turin, Sant’Anna University Hospital, Turin, Italy



OBIETTIVO: Valutare l’efficacia del PAMG-1 test (alfa microglobulina-1 placentare) nella predizione di un parto pretermine imminente (entro 7 giorni dal test) e di un parto spontaneo prima delle 34 settimane di gestazione, effettuando il test sulle secrezioni cervico-vaginali raccolte immediatamente dopo l’ecografia transvaginale (TVUS) in donne con segni e sintomi di travaglio pretermine, membrane clinicamente intatte e cervicometria tra 15 e 30 mm.
METODI: Il PAMG-1 test è stato eseguito in 79 donne con gravidanza singola (tra 240/7 - 336/7 settimane di gestazione) con segni e sintomi indicativi di travaglio pretermine e cervicometria <30 mm.
RISULTATI: Per la predizione del rischio di parto pretermine imminente entro 7 giorni dal test, nelle donne con cervicometria tra 15-30 mm, il test ha mostrato una sensibilità del 100% e una specificità del 94%. Il valore predittivo positivo (VPP) è del 77% e il valore predittivo negativo (VPN) è del 100%. Per la previsione del parto <34 settimane la sensibilità del test è diminuita dal 100% al 67% e la specificità dal 94% all’89%, il VPP è 55% e il VPN è 93%.
CONCLUSIONI: L’inesattezza dei metodi tradizionali, inclusi test biofisici, marcatori biochimici o la combinazione di entrambi, per valutare il rischio di parto spontaneo in pazienti che presentano sintomi di travaglio pretermine spesso porta a ricoveri e somministrazione di corticosteroidi e tocolitici non necessari. Il PAMG-1 test ha dimostrato un’elevata efficacia nell’identificare le donne a rischio di parto spontaneo imminente entro 7 giorni dal test, nonostante sia stato eseguito immediatamente dopo TVUS. Un VPN elevato può ridurre i ricoveri impropri e la somministrazione di terapie non necessarie per madre e feto.


KEY WORDS: Premature obstetric labor - Human IGFBP1 protein - Premature birth - Cervical length measurement

inizio pagina