Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2017 December;69(6) > Minerva Ginecologica 2017 December;69(6):618-30

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Per citare questo articolo

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Ginecologica 2017 December;69(6):618-30

DOI: 10.23736/S0026-4784.17.04090-4

Copyright © 2017 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Diagnosi differenziale e management del sanguinamento uterino anomalo in adolescenza

Tiziano MOTTA 1, Antonio S. LAGANÀ 2, Gaetano VALENTI 3, Valentina L. LA ROSA 4 , Marco NOVENTA 5, Amerigo VITAGLIANO 5, Benito CHIOFALO 2, Agnese M. RAPISARDA 3, Diego ROSSETTI 6, Salvatore G. VITALE 2

1 Department of Obstetrics and Gynecology, Luigi Mangiagalli Institute, University of Milan, Fondazione IRCSS Cà Granda, Maggiore Polyclinic Hospital, Milan, Italy; 2 Unit of Obstetrics and Gynecology, Department of Human Pathology in Adulthood and Childhood “G. Barresi”, University of Messina, Messina, Italy; 3 Department of General Surgery and Medical Surgical Specialties, University of Catania, Catania, Italy; 4 Unit of Psychodiagnostics and Clinical Psychology, University of Catania, Catania, Italy; 5 Department of Woman and Child Health, University of Padua, Padua, Italy; 6 Unit of Obstetrics and Gynecology, Desenzano del Garda Hospital, Gavardo, Brescia, Italy


PDF  


Il sanguinamento uterino anomalo, definito come perdita ematica proveniente dalla cavità uterina al di fuori del normale ciclo mestruale, costituisce, specie in epoca mestruale, fonte di preoccupazione e segnale di allarme nella donna e nei propri familiari. Nonostante questo sia funzionale nel 95% delle adolescenti che ne soffrono, il sanguinamento uterino anomalo richiede uno specifico e definito iter diagnostico al fine di individuare la causa ed escludere la presenza di patologie ben più complesse, comprese quelle oncologiche. Di conseguenza il professionista dovrà eseguire un’accurata anamnesi, assicurandosi la più completa compliance possibile da parte della giovane paziente. L’esame ginecologico, più o meno completo in rapporto alla eventuale attività sessuale della giovane, dovrà necessariamente essere associato ad un esame fisico completo, esame che potrà essere corroborato dall’ausilio di mezzi diagnostici come l’ecografia. Tale necessità è giustificata dal fatto che molte patologie sistemiche sono capaci di interferire con l’asse riproduttivo. Gli esami di laboratorio, richiedendo sempre il dosaggio ematico della β-hCG per escludere la gravidanza, devono essere la conseguenza del percorso investigativo fatto fin qui dal ginecologo. Diverse sono le patologie organiche, funzionali, ormonali e non che devono essere indagate. Il trattamento terapeutico è quasi esclusivamente medico, lasciando trattamenti interventistici come il raschiamento della cavità uterina a casi limite e che non rispondono ripetutamente alla terapia. Il trattamento si basa sull’uso di estroprogestinici in combinazione e, dove questi non possono essere utilizzati, di progestinici, anti-emorragici, analoghi del GnRH, dispositivo intrauterino medicato e desmopressina.


KEY WORDS: Metrorrhagia - Adolescent - Diagnosis - Therapeutics

inizio pagina

Publication History

Issue published online: October 24, 2017
Manuscript accepted: May 24, 2017
Manuscript received: May 15, 2017

Per citare questo articolo

Motta T, Laganà AS, Valenti G, La Rosa VL, Noventa M, Vitagliano A, et al. Diagnosi differenziale e management del sanguinamento uterino anomalo in adolescenza. Minerva Ginecol 2017;69:618-30. DOI: 10.23736/S0026-4784.17.04090-4

Corresponding author e-mail

psicolarosa@gmail.com