Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2012 August;64(4) > Minerva Ginecologica 2012 August;64(4):259-80

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

  PRE-ECLAMPSIA 

Minerva Ginecologica 2012 August;64(4):259-80

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

L’obesità materna causa pre-eclampsia? Review sistematica delle evidenze

Salihu H. M. 1, 2, De La Cruz C. 2, Rahman S. 2, August E. M. 3

1 Department of Obstetrics and Gynecology, University of South Florida, College of Medicine, Tampa, FL, USA; 2 Department of Epidemiology and Biostatistics, University of South Florida, College of Public Health, Tampa, FL, USA; 3 Department of Community and Family Health, University of South Florida, College of Public Health, Tampa, FL, USA


PDF


Obiettivo. Obiettivo di questo studio era valutare se l’obesità materna causa preeclampsia.
Metodi. È stata condotta una review sistematica della letteratura degli ultimi vent’anni (1992-2011). Come fattore di rischio è stata considerata l’obesità materna e come outcome di interesse la preeclampsia.
Risultati. La nostra review ha rilevato dati coerenti che indicano una forte correlazione tra obesità e pre-eclampsia. È stata identificata una molteplicità di biomarcatori che potenzialmente spiegano il percorso meccanicistico di questa relazione: tra questi, leptina e adiponectina, metalloproteinasi della matrice (matrix metalloproteinase, MMP), proteina C reattiva (C-reactive protein, CRP), e globulina legante gli ormoni sessuali (sex hormone-binding globulin, SHBG). Resta tuttavia non definibile un legame biologico causale.
Conclusioni. Esistono evidenze epidemiologiche che mettono in relazione obesità materna e preeclampsia. Tuttavia, l’esatto percorso causale resta poco definito. Data la limitata comprensione della natura di questa relazione, per poter determinare i potenziali percorsi causali sono auspicabili ulteriori studi basati su disegni prospettici e sviluppati a partire dall’esame pregresso dei biomarcatori.

inizio pagina