Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2008 April;60(2) > Minerva Ginecologica 2008 April;60(2):155-64

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

REVIEW   

Minerva Ginecologica 2008 April;60(2):155-64

Copyright © 2008 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Managment del carcinoma dell’ovaio

Kehoe S.

Oxford Gynaecological Cancer Centre, The Womens Centre, John Radcliffe Hospital, Oxford, UK


PDF


L’interesse per la cura del carcinoma dell’ovaio è ancora molto elevato e la ricerca mira a migliorare il tasso di sopravvivenza delle pazienti, soprattutto in caso di malattia in stadio avanzato. L’outcome e l’utilità dello screening per determinare la stadiazione e l’impatto sulla mortalità sono di grande importanza. Due ampi studi hanno cercato di identificare il timing per effettuare un intervento chirurgico radicale e di analizzare il ruolo della chemioterapia neoadiuvante. L’uso della chemioterapia in fase preoperatoria è un nuovo approccio al trattamento dei carcinomi, ma questi due studi non hanno fornito nessuna prova che ne confermi l’efficacia. Senza dubbio, in futuro l’approccio chirurgico e chemioterapico delle donne con carcinoma dell’ovaio terrà conto delle caratteristiche individuali di ogni paziente e anche la biologia della neoplasia avrà una certa rilevanza nella scelta del trattamento da effettuarsi.

inizio pagina