Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2001 December;53(6) > Minerva Ginecologica 2001 December;53(6):405-12

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

REVIEW   

Minerva Ginecologica 2001 December;53(6):405-12

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

La contraccezione ormonale nell’adolescente

Ghezzi F., Buttarelli M., Cromi A., Di Naro E., Franchi M.


PDF


Negli ultimi decenni si è registrato un aumento globale della richiesta di contraccezione con un incremento delle donne in giovane età che si rivolgono al ginecologo per tale motivo. Nonostante questo dato, il numero di adolescenti che potrebbero giovarsi di una terapia contraccettiva ormonale rimane basso. Lo sforzo dei mass-media e delle campagne d'informazione non ha sortito l'effetto voluto e la consapevolezza riguardo rischi e benefici delle terapie anticoncezionali rimane purtroppo scarsa e limitata. La maggior parte delle adolescenti che richiedono un trattamento ormonale contraccettivo sono completamente all'oscuro dei possibili effetti collaterali, così come dei vantaggi non contraccettivi che ne possono derivare. Non è trascurabile il numero di adolescenti che ricorrono all'aborto chirurgico per gravidanze non desiderate conseguenti al mancato utilizzo di una contraccezione o al fallimento della stessa per scarsa compliance, spesso derivante da una cattiva informazione. I rischi correlati ad una gravidanza sono spesso superiori a quelli derivanti da un trattamento contraccettivo ormonale. Le perplessità sull'utilizzo di formulazioni ormonali in questa fascia d'età sono tuttora numerose anche se l'avvento di nuovi preparati a contenuto ormonale sempre più basso ha ridotto le controindicazioni e dovrebbe, in un futuro prossimo, aumentarne l'impiego soprattutto nelle giovani donne e in quelle con fattori di rischio.

inizio pagina