Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2001 June;53(3) > Minerva Ginecologica 2001 June;53(3):171-6

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Minerva Ginecologica 2001 June;53(3):171-6

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Emorragie del terzo trimestre. Quali complicanze?

Vettraino G., Roma B., Di Roma E., Corosu R.


PDF


Obiettivo. Lo scopo della nostra ricerca è stato quello di osservare le complicanze materne e perinatali che possono verificarsi nell'abruptio placentae e nella placenta previa.
Metodi. Abbiamo seguito tutte le pazienti che si sono ricoverate nell'Istituto di Ostetricia e Ginecologia del Policlinico Umberto I, dal gennaio 1993 fino al luglio 2000.
Inoltre abbiamo eseguito uno studio comparativo tra l'insorgenza di complicanze nelle due patologie prese in esame ed in un gruppo di controllo.
Abbiamo riscontrato 48 casi di abruptio placentae e 62 di placenta previa. Il numero totale di parti è stato di 6861, quindi la incidenza dell'abruptio placentae è stata dello 0,007%, mentre la incidenza della placenta previa è stata dello 0,009%.
Risultati. Dai nostri risultati emerge che la complicazione materna più frequente, in ambedue le patologie è stata la emorragia.
Non abbiamo evidenziato alcuna differenza statisticamente significativa tra la percentuale di emorragia nelle due patologie (p=0,0608), ma è emersa una più alta percentuale di emorragia rispetto ai controlli (p=0,0000).
Il numero di isterectomie è risultato maggiore nelle pazienti con placenta previa rispetto a quelle con abruptio placentae.
Tra le complicazioni fetali, la più frequente è risultata la prematurità, presente in misura maggiore rispetto alla popolazione di controllo (p=0,0210).
Conclusioni. Concludendo possiamo affermare che in tutte le sue manifestazioni cliniche, l'abruptio placentae è una patologia più pericolosa rispetto alla placenta previa, ad eccezione che nella complicazione del secondamento e del postpartum, in cui la emorragia e l'atonia uterina portano ad un elevato numero di isterectomie.

inizio pagina