Home > Riviste > Minerva Endocrinology > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2006 June;31(2) > Minerva Endocrinologica 2006 June;31(2):107-24

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

Opzioni di pubblicazione
eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi
Share

 

  CLINICAL ADVANCES IN DIABETES MELLITUS 

Minerva Endocrinologica 2006 June;31(2):107-24

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Dalla culla alla tomba: massa pancreatica β-cellulare e glucagon-like peptide 1

Wong V. S. C. 1, Brubaker P. L. 1, 2

1 Department of Physiology University of Toronto, Toronto, ON Canada 2 Department of Medicine University of Toronto, Toronto, ON Canada


PDF


Il diabete mellito di tipo 2 e i suoi correlati clinici, inclusi alterata glicemia a digiuno, obesità e insulino-resistenza, rappresentano unproblema mondiale di salute pubblica, visto l’aumento esponenziale della prevalenza di queste condizioni metaboliche. In considerazione deglielevati costi economici e della sofferenza umana causati dal diabete e dai disordini metabolici ad esso correlati, nuovi interventi terapeutici sicuri in grado di esercitare un effetto positivo sulla riduzione dell’incidenza del diabete nei soggetti predisposti o sulla prevenzione della progressione della malattia avrebbero degli enormi benefici sulla salute pubblica. Studi sulla regolazione della massa beta-cellulare pancreatica ne hanno dimostrato un’enorme plasticità, dalla vita fetale a quella adulta e in risposta ad una varietà di stimoli. Questi aspetti sono esaminati nella presente revisione nel contesto dei più recenti studi sull’ormone intestinale glucagon-like peptide 1 (peptide simile al glucagone 1), che non solo migliora la funzione beta-cellulare, ma anche stimola crescita, neogenesi e sopravvivenza delle beta-cellule.

inizio pagina