Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2009 December;34(4) > Minerva Endocrinologica 2009 December;34(4):333-8

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

REVIEW   

Minerva Endocrinologica 2009 December;34(4):333-8

Copyright © 2010 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Aliskiren: un nuovo inibitore dell’attività del sistema renina-angiotensina-aldosterone

Dalla Vestra M. 1, Simioni N. 1, Masiero A. 2

1 Cittadella General Hospital, Padua, Italy 2 Deparment of Internal Medicine, University of Padua, Padua, Italy


PDF


L’importanza del sistema renina-angiotensina-aldosterone (RAAS) nelle patologie renali e cardiovascolari è stata da lungo tempo riconosciuta. In ogni caso nonostante la disponibilità di molti farmaci efficaci, come gli inibitori dell’enzima che converte l’angiotensina (angiotensin-converting enzyme, ACE) e i bloccanti del recettore per l’angiotensina, l’inibizione del sistema RAAS appare incompleta in diversi pazienti con conseguente non ottimale controllo della pressione arteriosa e ridotta efficacia nella protezione renale e cardiovascolare. Aliskiren è un nuovo inibitore della renina che blocca il sistema RAAS all’origine. Studi recenti suggeriscono che Aliskiren riduce la pressione arteriosa, inibisce l’attività plasmatica della renina e attenua il danno renale nei pazienti diabetici affetti da nefropatia. In questa rassegna riassumeremo i risultati degli studi più importanti attuati su pazienti ipertesi e diabetici sui quali Aliskiren ha mostrato di essere un agente anti-ipertensivo sicuro ed efficace, che può essere utilizzato sia in monoterapia che in combinazione con altri farmaci fornendo quindi ulteriori possibilità di miglioramento del controllo della pressione arteriosa.

inizio pagina