Home > Riviste > Minerva Dental and Oral Science > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2000 June;49(6) > Minerva Stomatologica 2000 June;49(6):313-22

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

Opzioni di pubblicazione
eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi
Share

 

REVIEW   

Minerva Stomatologica 2000 June;49(6):313-22

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Gli adesivi smalto-dentinali nei restauri in amalgama (Revisione della letteratura)

Cadenaro M., Gregorig G.


PDF


L'amalgama d'argento è tutt'oggi il materiale più utilizzato per il restauro dei settori posteriori, in virtù della facile lavorabilità, del basso costo e dell'elevata durata media dei restauri. L'impiego dell'amalgama d'argento comporta tuttavia la soluzione di diverse problematiche: la mancanza di adesione del restauro alla struttura dentaria, la formazione di una microfessura fra elemento dentario e restauro, l'iperalgesia postoperatoria e la scarsa resistenza alla corrosione. Nel tentativo di unire i vantaggi degli adesivi smalto-dentinali alle ottime proprietà meccaniche ed al buon comportamento clinico a medio-lungo termine dell'amalgama, ne è stato proposto l'utilizzo come sottofondi nei restauri in amalgama. Gli adesivi migliorano il sigillo marginale e garantiscono una ritenzione ausiliaria ai restauri, grazie alla loro capacità di formare uno strato che crea legami micromeccanici sia con il dente che con l'amalgama; formando una barriera che oblitera completamente gli imbocchi dei tubuli dentinali, essi garantiscono un'azione di protezione nei confronti della polpa dentaria. In questo articolo vengono riportati i risultati di numerose sperimentazioni eseguite in vitro al fine di evidenziare le proprietà dei restauri in amalgama adesivo. Le attuali conoscenze desunte da una approfondita analisi della letteratura permettono di affermare che la tecnica dell'amalgama adesivo rappresenta un reale progresso nell'evoluzione dei restauri in amalgama d'argento: se gli studi longitudinali a lungo termine attualmente in corso confermeranno i promettenti risultati ottenuti a breve-medio termine, essa costituirà, nei prossimi anni, la soluzione clinica di prima scelta per i restauri in amalgama d'argento.

inizio pagina