Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2013 June;68(3) > Minerva Chirurgica 2013 June;68(3):251-62

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

  LA CHIRURGIA NEI TRAUMI 

Minerva Chirurgica 2013 June;68(3):251-62

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Lesioni vascolari toraciche

Lim J. Y., Wolf A. S., Flores R. M.

Division of Thoracic Surgery, Mount Sinai Medical Center, New York, NY, USA


PDF


Il trauma toracico si verifica in circa il 25% di tutte le vittime di traumi e circa il 50% della mortalità da traumi è attribuibile a tali lesioni. Solo il 4% dei traumi toracici mostra lesioni ai vasi toracici, incluse l’aorta, la vena e l’arteria anonime, l’arteria carotide sinistra, le mammarie interne e i vasi ilari polmonari. Tali lesioni vascolari possono andare da lesioni di piccola entità a lesioni di grande entità; i progressi nella gestione preospedaliera hanno aumentato il numero di pazienti che sopravvivono in tale ambito e si presentano all’ospedale con lesioni vascolari potenzialmente mortali. Una rapida valutazione durante l’esame iniziale e gli interventi per preservare le vie respiratorie, la respirazione e la circolazione del paziente possono salvarne la vita. Lo stato emodinamico del paziente determinerà spesso l’entità dell’iniziale iter diagnostico o se il paziente necessita di un intervento urgente. I pazienti stabili possono essere sottoposti a ulteriori valutazioni ed esami di imaging dettagliati, come la tomografia computerizzata e/o l’angiografia. Il trattamento delle lesioni vascolari toraciche può includere le tecniche endovascolari avanzate, la chirurgia tradizionale a cielo aperto o la gestione non chirurgica con osservazione. La seguente review elenca in maniera sistematica l’iter diagnostico iniziale, la valutazione e le tecniche di gestione delle lesioni vascolari toraciche.

inizio pagina