Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2000 May;55(5) > Minerva Chirurgica 2000 May;55(5):329-32

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Minerva Chirurgica 2000 May;55(5):329-32

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

La chirurgia ricostruttiva in ginecologia oncologica (Nostra esperienza)

Melilli G. A., Cormio G., Di Vagno G., Greco P., Mastroianni M., Fontana A., Loverro G., Selvaggi L.


PDF


Obiettivo. Viene riportata la nostra esperienza in merito alla chirurgia ricostruttiva in ginecologia oncologica. Tali procedure stanno assumendo negli ultimi anni un ruolo di primo piano perché alla paziente oncologica non bisogna assicurare solo un trattamento ottimale, ma anche una dignitosa qualità di vita.
Metodi. È stato condotto uno studio retrospettivo su 357 interventi chirurgici maggiori eseguiti per malattia neoplastica presso la II Clinica Ostetrica e Ginecologica dell'Università di Bari. Per ogni patologia sono stati individuati: il tipo di tecnica, la durata dell'intervento e le eventuali complicanze. Sono state eseguite complessivamente 50 procedure ricostruttive su 357 interventi per patologia neoplastica ginecologica (14%).
Risultati. Non è stato riscontrato alcun tasso di mortalità, e le complicanze si sono registrate solo in 5 (10%) pazienti.
Conclusioni. La chirurgia ricostruttiva consente di aumentare la radicalità chirurgica e di migliorare la qualità di vita delle pazienti permettendo, inoltre, di limitare le complicanze postoperatorie.

inizio pagina