Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 1999 October;54(10) > Minerva Chirurgica 1999 October;54(10):677-84

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Minerva Chirurgica 1999 October;54(10):677-84

Copyright © 1999 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Il trattamento della pancreatite acuta biliare nell’anziano nell’era endolaparoscopica

Schietroma M., Lattanzio R., Risetti A., Di Placido R., Carlei F., Leardi S., Mattucci S., Bellucci N., Pistoia M. A., Simi M.


PDF


Introduzione. La pancreatite acuta biliare (PAB) è tuttora gravata da un'alta morbilità (15-50%) e mortalità (20-35%). Da qui l'importanza di un'accurata diagnosi etiologica (le PA idiopatiche nel 50% dei casi sono biliari) e di gravità, al fine di stabilire il trattamento più idoneo. Trattamento che abbiamo valutato nell'ambito di due gruppi di pazienti di differente età.
Metodi. In 61 pazienti con PAB (I gruppo età <65 anni: 29 pazienti; II gruppo età >65 anni: 32 pazienti), la diagnosi fu ecografica ed umorale nel 78,5% dei casi, solo umorale nel restante 21,5%. In base ai criteri di severità di Ranson e dell'APACHE II, 18 casi (29,5%) furono classificati come PAB severe [6 (20,6%) nel I gruppo, 12 (37,5%) nel II gruppo: p<0,001)] 43 (70,4%) come PAB lievi. In tutti i pazienti con PAB severa fu eseguita una CPRE+SE d'urgenza (entro 24-48 ore) seguita da una VLC (&Mac178;10 giorni). Nei casi di PAB lieve fu eseguita, entro 10 giorni, una VLC sempre associata alla CIO.
Risultati. Nelle forme severe l'endoscopia operativa portò alla risoluzione della flogosi pancreatica in 13 casi. La successiva VLC non portò alcuna complicanza eccetto un enfisema sottocutaneo i.o. In 5 casi fu necessario ricorrere ad una laparotomia per il presentarsi e/o l'evolversi di una necrosi pancreatica con una mortalità del 60%. Nelle forme lievi la VLC fu eseguita con successo in tutti i casi con una morbilità del 6,9% (3 casi). La CIO evidenziò una calcolosi del coledoco nel 32,5% dei casi, mentre nelle forme severe l'incidenza della calcolosi della VBP fu dell'88,8% (16 casi). Andando ad analizzare i dati per gruppo di età, non ci furono differenze statisticamente significative.
Conclusioni. In conclusione il trattamento della PAB è sempre di natura chirurgica e, nella grande maggioranza dei casi, di tipo miniinvasivo sia nelle forme severe (CPRE+SE con VLC &Mac178;10 giorni), se si interviene entro 24-48 ore, sia nelle forme lievi (VLC+CIO), se si interviene entro 10 giorni, a prescindere dal fattore età.

inizio pagina