Home > Riviste > Minerva Cardiology and Angiology > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2009 February;57(1) > Minerva Cardioangiologica 2009 February;57(1):103-15

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

Opzioni di pubblicazione
eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi
Share

 

REVIEW  PROCEDURE INTERVENTISTICHE NEL 2009 

Minerva Cardioangiologica 2009 February;57(1):103-15

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Chiusura percutanea transcatetere di forame ovale pervio, difetto del setto interatriale ed auricola sinistra

Majunke N. 1, Wallenborn J. 1, Wunderlich N. 1, Sievert H. 1, 2

1 CardioVascular Center Frankfurt Frankfurt, Germany 2 Washington Hospital Center Washington, DC, USA


PDF


I difetti intracardiaci quali i difetti del setto interatriale (DIA) ed il forame ovale pervio (FOP) sono forme comuni di aperture intracardiache congenite suscettibili di chiusura con tecnica percutanea. Dall’iniziale descrizione da parte di King e Mills nella metà degli anni ’70 di un dispositivo di occlusione di un DIA, la chiusura transcatetere dei DIA e del FOP con vari dispositivi è ora divenuta una pratica ben consolidata in molti centri. L’auricola sinistra è una struttura trabecolata che deriva dell’atrio sinistro embrionale. Essa è un’importante fonte emboligena nella fibrillazione atriale. La chiusura dell’auricola sinistra è mirata pertanto a ridurre il rischio di ictus cardioembolico nei pazienti con fibrillazione atriale. In questo articolo, sono presentate le attuali indicazioni ed i recenti sviluppi nella chiusura transcatetere di FOP, DIA ed auricola sinistra.

inizio pagina