Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2013 February;61(1) > Minerva Cardioangiologica 2013 February;61(1):71-9

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

REVIEW   

Minerva Cardioangiologica 2013 February;61(1):71-9

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Drug eluting ballons nel trattamento dei rami collaterali a livello delle biforcazioni

Kherada N. 1, Mehran R. 1, 2

1 Mount Sinai Medical Center, New York, NY, USA; 2 Cardiovascular Research Foundation, New York, NY, USA


PDF


I palloncini medicati (drug-eluting balloons, DEB) sono stati sviluppati, tra l’altro, per affrontare la restenosi da stent, ma hanno recentemente dimostrato sicurezza ed efficacia anche nel contesto della biforcazione. Eliminando sia lo stent sia il polimero, la trombosi da stent si può evitare, pur offrendo un agente antiproliferativo per ridurre il rischio di restenosi. Le lesioni della biforcazione rappresentano circa il 15-20% di tutti gli interventi coronarici percutanei e rappresentano un maggiore rischio di restenosi da stent. Tecniche complesse a due stent aumentano l’infarto del miocardio periprocedurale e la trombosi da stent, mentre le percentuali di restenosi del ramo laterale restano uno svantaggio per lo stent, anche temporaneo. La restenosi da stent di lesioni della biforcazione complesse può aumentare la complessità della strategia di intervento di circa il 14%, spesso a causa di restenosi da DES. In diversi studi clinici randomizzati i DEB hanno dimostrato di essere una buona opzione interventistica per prevenire e trattare la restenosi coronarica da stent, nonché in serie non randomizzate, per il trattamento di lesioni de novo di piccoli vasi coronarici e lesioni della biforcazione. La prossima generazione di DEB è progettata con piattaforme di rivestimento migliori, allo scopo di consentire un rilascio più preciso dei farmaci nel tessuto, migliorandone l’efficacia.

inizio pagina