Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2011 April;59(2) > Minerva Cardioangiologica 2011 April;59(2):187-95

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

  ABLAZIONE TRANSCATETERE 

Minerva Cardioangiologica 2011 April;59(2):187-95

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Trattamento con farmaci antiaritmici in pazienti con fibrillazione atriale: le nuove linee guida

Haitsma D. B., De Groot N. M. S., Jordaens L.

Department of Cardiology/electrophysiology, Erasmus Medical Center, Thoraxcentrum, Rotterdam, The Netherlands


PDF


I farmaci antiaritmici continueranno ad avere un ruolo importante nel trattamento della fibrillazione atriale (AF). La terapia farmacologica è mirata a contrastare la AF e a prevenire una tachicardiomiopatia. La scelta tra i vari farmaci antiaritmici disponibili, per il controllo della frequenza o del ritmo, dipende principalmente dalla cardiopatia sottostante, dal tipo di AF e dai possibili effetti collaterali. I nuovi antiaritmici contenuti nelle linee guida ‑ vernakalant e dronedarone – sono farmaci promettenti, ma sarà necessaria un’ulteriore attività di ricerca per valutare il loro ruolo nel trattamento dei pazienti con fibrillazione atriale. In questa review, presenteremo il ruolo dei farmaci antiaritmici per il trattamento dei pazienti con fibrillazione atriale secondo le nuove linee guida sulla AF fornite dalla European Society of Cardiology.

inizio pagina