Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2009 February;57(1) > Minerva Cardioangiologica 2009 February;57(1):103-15

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

REVIEW  PROCEDURE INTERVENTISTICHE NEL 2009 

Minerva Cardioangiologica 2009 February;57(1):103-15

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Chiusura percutanea transcatetere di forame ovale pervio, difetto del setto interatriale ed auricola sinistra

Majunke N. 1, Wallenborn J. 1, Wunderlich N. 1, Sievert H. 1, 2

1 CardioVascular Center Frankfurt Frankfurt, Germany 2 Washington Hospital Center Washington, DC, USA


PDF


I difetti intracardiaci quali i difetti del setto interatriale (DIA) ed il forame ovale pervio (FOP) sono forme comuni di aperture intracardiache congenite suscettibili di chiusura con tecnica percutanea. Dall’iniziale descrizione da parte di King e Mills nella metà degli anni ’70 di un dispositivo di occlusione di un DIA, la chiusura transcatetere dei DIA e del FOP con vari dispositivi è ora divenuta una pratica ben consolidata in molti centri. L’auricola sinistra è una struttura trabecolata che deriva dell’atrio sinistro embrionale. Essa è un’importante fonte emboligena nella fibrillazione atriale. La chiusura dell’auricola sinistra è mirata pertanto a ridurre il rischio di ictus cardioembolico nei pazienti con fibrillazione atriale. In questo articolo, sono presentate le attuali indicazioni ed i recenti sviluppi nella chiusura transcatetere di FOP, DIA ed auricola sinistra.

inizio pagina