Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2008 December;56(6) > Minerva Cardioangiologica 2008 December;56(6):587-97

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Minerva Cardioangiologica 2008 December;56(6):587-97

Copyright © 2008 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Valutazione cardiaca globale senza controllo della frequenza: esperienza preliminare con la TC dual source (DSCT)

De Cecco C. N. 1, Bastarrika G. 2, Pueyo J. 2, Anselmi A. 3, Rengo M. 4, Maurizi Enrici M. 1, David V. 1

1 Department of Radiology, La Sapienza University St. Andrea Hospital, Rome, Italy 2 Unit of Radiology, University Clinic University of Navarra, Pamplona, Spain 3 Division of Cardiac Surgery, Catholic University Largo Agostino Gemelli, Rome, Italy 4 Department of Radiology, La Sapienza University Polo Pontino, Latina, Rome, Italy


PDF


Obiettivo. L’obiettivo di questo lavoro è stato di esaminare il ruolo della TC dual source (DSCT) nella valutazione cardiaca globale senza controllo della frequenza, prendendo in considerazione l’effetto della frequenza cardiaca media sulla qualità dell’imaging coronarico, l’intervallo ottimale di ricostruzione, la funzione ventricolare e la valutazione delle valvole delle camere sinistre.
Metodi. Quindici pazienti consecutivi sono stati sottoposti ad angiografia coronarica con TC. Per la valutazione coronarica, i dati sono stati ricostruiti in step del 5% dal 30% all’80% dell’intervallo RR. Per la valutazione della funzione cardiaca, l’immagine è stata ricostruita con uno spessore di 2,0 mm ed incrementi di 2,0 mm, in setp del 10% da 0 al 90% dell’intervallo RR. Due lettori indipendenti in cieco hanno valutato la qualità dell’immagine ottenuta delle arterie coronarie e delle valvole delle camere di sinistra.
Risultati. La frequenza cardiaca media durante lo scan è stata di 73±11,8 bpm (range 56-97). Al migliore intervallo di ricostruzione, un’immagine di eccellente qualità diagnostica (score 4) è stata ottenuta nel 95,5% (43/45) delle arterie coronarie. È stata inoltre osservata un’ottima concordanza inter-osservatore per la qualità dell’immagine (k=0,82). Non è stata osservata una correlazione significativa fra la frequenza cardiaca media ed i valori medi degli score di qualità (rho=0,29). Il confronto della qualità delle immagini delle arterie coronarie ottenute mediante ricostruzione in sistole o in diastole in ciascun paziente non ha dimostrato differenze significative.
Conclusioni. La DSCT è una tecnica eccellente per l’imaging cardiaco globale, poiché consente di ottenere immagini delle coronarie di eccellente qualità e di valutare la funzione ventricolare e l’area valvolare indipendentemente dalla frequenza cardiaca.

inizio pagina