Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2008 August;56(4) > Minerva Cardioangiologica 2008 August;56(4):435-9

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

 

CASI CLINICI   

Minerva Cardioangiologica 2008 August;56(4):435-9

Copyright © 2008 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Terapia trombolitica dell’infarto miocardico in presenza di ritmo di cattura ventricolare

Imperadore F. 1, Musuraca G. 1, Terraneo C. 2, Cemin C. 1, Cirrincione C. 1, Prati D. 1, Vergara G. 1

1 Cardiology Division S. Maria del Carmine Hospital Rovereto, Terni, Italy 2 Cardiology Division Policlinico di Monza Hospital Monza, Milan, Italy


PDF


Le decisioni cliniche nei pazienti con dolore toracico sono generalmente basate sull’elettrocardiogramma (ECG) a 12 derivazioni, poiché il sopraslivellamento del tratto ST è altamente specifico per l’infarto miocardio. Tuttavia, le modificazioni della ripolarizzazione indotte dal pacing rendono difficile l’interpretazione dell’ECG. Gli autori riportano il caso di un paziente con infarto miocardico con ritmo di cattura ventricolare trattato con successo con terapia trombolitica. L’obiettivo di questo studio è di dimostrare le difficoltà nella diagnosi elettrocardiografica e del timing della rivascolarizzazione in presenza di pacing ventricolare.

inizio pagina