Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2008 February;56(1) > Minerva Cardioangiologica 2008 February;56(1):43-53

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

REVIEW  DES UPDATE 

Minerva Cardioangiologica 2008 February;56(1):43-53

Copyright © 2008 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Rivascolarizzazione del tronco comune mediante angioplastica percutanea: ruolo degli stent medicati

Kirtane A. J. 1, Chieffo A. 2, Magni V. 2, Mehran R. 1, Colombo A. 2, Moses J. W. 1

1 Center for Interventional Vascular Therapy Columbia University Medical Center Cardiovascular Research Foundation New York, NY, USA 2 San Raffaele Hospital, Milan, Italy


PDF


La rivascolarizzazione percutanea delle stenosi del tronco comune coronarico è stata finora riservata ai pazienti con rischio chirurgico proibitivo o per casi selezionati d’emergenza. La pratica adottata di esecuzione del bypass coronarico come standard terapeutico per le stenosi del tronco comune è in larga parte dovuta ai risultati insoddisfacienti ottenuti con stent tradizionali (BMS) impiantati sul tronco comune coronarico. Tuttavia, nell’era attuale degli stent medicati (DES), che riducono significativamente la ristenosi rispetto ai BMS, si è risvegliato un nuovo interesse nel ruolo dell’angioplastica percutanea per la rivascolarizzazione della malattia del tronco comune. Questo articolo discute gli studi recenti e quelli in corso circa il ruolo degli interventi percutanei sulla malattia del tronco comune, con un’enfasi sull’uso dei DES a questo scopo.

inizio pagina