Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 1999 June;47(6) > Minerva Cardioangiologica 1999 June;47(6):219-22

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

CASI CLINICI   

Minerva Cardioangiologica 1999 June;47(6):219-22

Copyright © 1999 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Edema ed ulcere cutanee degli arti inferiori quale effetto collaterale della nifedipina (Descrizione di un caso clinico)

Luca S., Romeo S.


PDF


La nifedipina, al pari di altri calcioantagonisti, è un presidio farmacologico di ampio utilizzo per il trattamento dell'angina pectoris e dell'ipertensione arteriosa essenziale. Tra gli effetti collaterali noti, è da segnalare l'edema declive bilaterale, che predispone i soggetti trattati a lesioni traumatiche con cronicizzazione in ulcera per decorso torpido dei processi riparativi. Viene qui descritto un caso clinico caratterizzato da ulcere dolenti ed imponente edema, cui la terapia farmacologica con antocianosidi in unione alla pressoterapia ed al trattamento topico non ha recato beneficio. Il caso qui presentato ha invece beneficiato della sospensione del calcioantagonista e del trattamento topico senza elastocompressione, con guarigione avvenuta in quattro mesi dopo una storia di malattia di circa dieci anni.

inizio pagina