Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2005 September;71(9) > Minerva Anestesiologica 2005 September;71(9):543-7

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

REVIEW  III MEETING OF PAIN SECTION OF SIAARTI
INTERNATIONAL J. J. BONICA MEMORIAL
Capo Calavà (Messina), 20-23 Settembre 2004
 Freefree

Minerva Anestesiologica 2005 September;71(9):543-7

Copyright © 2005 EDIZIONI MINERVA MEDICA

Costs and quality in loco-regional anesthesia

Piacevoli Q. 1, Azzeri F. 1, Principi F. 2, Di Angelo P. 2

1 Unit of Anesthesia and Intensive Care II San Filippo Neri Hospital, Rome, Italy 2 Unit of Anesthesia Regina Elena Institute, IFO, Rome, Italy


PDF


La qualità può essere considerata come un elemento strategico per la progettazione e l’implementazione di politiche sociali e sanitarie, come importante fattore di garanzia per l’utenza, come componente di una positiva competitività tra strutture erogatrici e, infine, come mezzo per ridurre sprechi e procedure inadeguate.
Anche nella gestione delle tecniche di anestesia loco-regionale si dovrebbero applicare gli stessi principi.
Esiste una continua competizione tra i vari trattamenti disponibili in riferimento alla qualità della cura e ai suoi costi. Tutto questo porta a uno stretto controllo della spesa sanitaria che dovrebbe quindi essere basata sulla valutazione dei risultati ottenuti in termini di salute. Ovviamente i costi del materiale, del tempo lavorativo dedicato a svolgere un intervento, delle strutture impegnate e del personale impiegato sono inevitabili.
Qualità è quel tipo di trattamento che massimizza il benessere del paziente dopo che si sono valutati i rischi ed i benefici attesi di un trattamento terapeutico globalmente considerato.
L’incidenza del dolore postoperatorio è tuttora assai elevata; infatti, più del 75% dei pazienti operati dichiara di aver sofferto dopo l’intervento di un dolore di entità da moderata a grave; gli stessi dati risultano in campo pediatrico e oncologico: questi risultati dovrebbero incoraggiare a perseguire sempre la qualità clinica, nella conduzione di anestesie loco-regionali che abbiano lo scopo di migliorare l’outcome del paziente sottoposto a intervento chirurgico, pur tenendo nella giusta considerazione anche esigenze di tipo economico.

inizio pagina