Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2004 December;70(12) > Minerva Anestesiologica 2004 December;70(12):793-9

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI  ANESTESIA Freefree

Minerva Anestesiologica 2004 December;70(12):793-9

Copyright © 2004 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Indici di danno muscolare nel perioperatorio di interventi di rivascolarizzazione periferica

Olivei M. C. 1, Sosso E. 1, Suckzs Ventimiglia K. 1, Macchiarulo R. 1, Quatrocchio G. 2, Guglielmotti E. 1

1 Anesthesia A Unit San Giovanni Bosco Hospital, ASL 4, Turin, Italy 2 Nephrology Unit San Giovanni Bosco Hospital, ASL 4, Turin, Italy


PDF


Obiettivo. Valutare l’andamento perioperatorio di mioglobina (Mb) e creatinchinasi (CK) in pazienti sottoposti a interventi chirurgici di rivascolarizzazione periferica per diverse cause.
Metodi. Disegno sperimentale: studio osservazionale in un reparto di degenza chirurgica in un ospedale pubblico. Pazienti: sono stati studiati 50 pazienti consecutivi, di cui 30 sottoposti a rivascolarizzazione d’elezione (Gruppo 1), 10 a rivascolarizzazione d’urgenza (Gruppo 2), e 10 a chirurgia addominale maggiore d’elezione, con rischio trascurabile di rabdomiolisi (Controllo). Misure: i livelli plasmatici di Mb e CK sono stati misurati prima dell’intervento, 24 e 48 h postoperatoriamente, e sono stati confrontati in ciascun gruppo. I pazienti con CK >1000 UI/l entro questo periodo d’osservazione sono stati sottoposti a profilassi standard dell’insufficienza renale acuta (IRA), e monitorizzati anche successivamente.
Risultati. I valori preoperatori di CK e Mb sono risultati normali nel Gruppo 1 e nel Gruppo di Controllo, ma non nel Gruppo 2. Postoperatoriamente, i livelli di CK ed Mb sono aumentati nei 3 gruppi, anche se in modo differente. L’aumento è stato massimo nel Gruppo 2, dove 9 pazienti hanno presentato CK >1000 UI/l entro le prime 48 h postoperatorie, e sono stati sottoposti a profilassi dell’IRA. Nel Gruppo 1 i livelli di CK e Mb sono aumentati moderatamente, e in tutti i casi il massimo aumento di CK è stato <1000 UI/l. L’aumento di Mb e CK è stato minimo nel Gruppo di Controllo, dove questi parametri si sono normalizzati a 48 h dall’intervento.
Conclusioni. Valori di CK e Mb persistentemente elevati 48 h dopo un intervento di rivascolarizzazione periferica sono compatibili con un significativo danno da ischemia-riperfusione.

inizio pagina