Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2004 April;70(4) > Minerva Anestesiologica 2004 April;70(4):225-8

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

CARDIOVASCOLARE  SMART 2004 - Milano, 12-14 maggio 2004 Freefree

Minerva Anestesiologica 2004 April;70(4):225-8

Copyright © 2004 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Reduced compliance of left ventricle

Guarracino F., Lapolla F., Danella A., Stefani M., Volpe M. L., Gemignani R.

Unit of Cardiothoracic Anaesthesia and ICU, Cisanello Hospital, Pisa, Italy


PDF


La diastole è essenziale per una fase sistolica efficiente. Una diastole normale consente al ventricolo sinistro di riempirsi con normali pressioni intracavitarie. La diastole è un processo energia dipendente e come tale influenzato dall’ischemia. Numerosi sono i fattori che influenzano la diastole del ventricolo sinistro: l’area valvolare mitralica, il gradiente atrio-ventricolare, il rilasciamento e la compliance del ventricolo, la compliance atriale, la presenza o meno del ritmo sinusale, il volume telesistolico.
Nella pratica clinica l’ecocardiografia è il principale strumento per la valutazione non invasiva della funzione diastolica. La valutazione Doppler consente di analizzare ogni singola fase della diastole attraverso l’analisi dei pattern di flusso transmitralico e refluo dalle vene polmonari. Inoltre sono stati introdotti nella valutazione diastolica anche il Doppler Tissutale ed il color-M-mode.
L’impiego dell’ecocardiografia nell’ambito della disfunzione diastolica in terapia intensiva ed in sala operatoria ha importanti implicazioni nel management dell’instabilità emodinamica, nella titolazione dei farmaci cardio-vasoattivi, nella diagnostica dell’ischemia miocardia, nella stratificazione prognostica. Queste informazioni guidano nella gestione perioperatoria del paziente cardiopatico sottoposto a chirurgia cardiaca e non cardiaca, nonché nella gestione del paziente critico in terapia intensiva. In questo senso la valutazione delle proprietà del riempimento del ventricolo sinistro può contribuire a migliorare la qualità delle cure in situazioni così impegnative.

inizio pagina