Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2002 April;68(4) > Minerva Anestesiologica 2002 April;68(4):291-6

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

NEUROLOGIC EMERGENCY  SMART 2002 Milano 29-31 maggio Freefree

Minerva Anestesiologica 2002 April;68(4):291-6

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

La meccanica respiratoria nei pazienti con lesione cerebrale

Gamberoni C., Colombo G., Aspesi M., Mascheroni C., Severgnini P., Minora G., Pelosi P., Chiaranda M.

From the Università degli Studi dell’Insubria Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche Servizio di Anestesia e Rianimazione B Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi, Varese (Italy)


PDF


I pazienti con lesione cerebrale presentano un aumento del rischio di insufficienza d’organo extracerebrale, principalmente disfunzioni polmonari. La causa principale di insufficienza respiratoria è la polmonite associata a ventilazione meccanica (VAP) che aumenta la morbidità e la mortalità. L’insufficienza respiratoria è principalmente caratterizzata dalla presenza di consolidamento alveolare dei lobi dipendenti.
Abbiamo studiato i cambiamenti meccanici del sistema respiratorio e l’effetto della Pressione Positiva di Fine Espirazione (PEEP) in 10 soggetti normali, in 10 pazienti con lesione cerebrale senza insufficienza respiratoria e in 10 pazienti con lesione cerebrale ed insufficienza respiratoria (PaO2/FiO2 minore di 200 mmHg) dovuta a VAP.
Nello studio condotto si è riscontrato che: 1) la pressione intra-addominale (IAP) era aumentata nei pazienti con lesione cerebrale con o senza insufficienza respiratoria rispetto ai soggetti normali; 2) la elastanza del sistema respiratorio (Est,rs) e quella della gabbia toracica (Est,cw) nonché le resistenze massime del parenchima polmonare (Rmax,L) aumentavano nei pazienti con lesione cerebrale indipendentemente dalla presenza di insufficienza respiratoria; 3) nei pazienti con lesione cerebrale ed insufficienza respiratoria l’applicazione di una PEEP pari a 15 cmH2O aumentava l’Est,rs, l’Est,cw nonché l’Rmax,L, senza apportare significativi miglioramenti nel reclutamento alveolare e nell’ossigenazione.
In conclusione, nei pazienti con lesione cerebrale: 1) la meccanica respiratoria è alterata; 2) la PEEP è inefficace nel migliorare la funzionalità respiratoria nelle insufficienze respiratorie dovute a VAP.
Ulteriori studi sono in corso per meglio delineare la fisiopatologia e la gestione clinica dell’insufficienza respiratoria nei pazienti con lesione cerebrale.

inizio pagina