Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2001 January-February;67(1-2) > Minerva Anestesiologica 2001 January-February;67(1-2):79-84

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

 

  CASI CLINICI Freefree

Minerva Anestesiologica 2001 January-February;67(1-2):79-84

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Utilità della norepinefrina nel trattamento dell’insufficienza ventricolare destra associata a ipertensione polmonare acuta e ipotensione sistemica

Bertolissi M., Bassi F., Da Broi U.

From the Second Department of Anesthesia and ICU Azienda Ospedaliera S. Maria della Misericordia Udine, Italy


PDF


Il caso clinico descritto pone in evidenza l’utilità della norepinefrina (NE) nel trattamento dell’insufficienza ventricolare destra secondaria ad uno stato di ipertensione polmonare acuta che segue l’intervento di rimozione di un trombo occludente la protesi mitralica meccanica, e che si è complicata con la riduzione della pressione arteriosa sistemica. L’effetto emodinamico della NE si è dimostrato dose dipendente in quanto a basso dosaggio (0,03 µg/kg/min) è sembrato prevalere l’effetto inotropo diretto sul ventricolo destro, mentre a dosaggio superiore (0,05-0,1 µg/kg/min) l’effetto vasocostrittore sul circolo arterioso sistemico. In nessuna fase dello studio si è verificato un aumento delle pressioni polmonari, i cui valori si sono invece progressivamente ridotti ai tre tempi di rilevazione. Gli Autori concludono sostenendo che la norepinefrina rappresenta una valida alternativa alla terapia con farmaci inotropi e vasodilatatori polmonari nell’insufficienza cardiaca destra da ipertensione polmonare acuta, soprattutto quando la terapia attuata non è in grado di correggere l’ipotensione sistemica.

inizio pagina