Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 1999 October;65(10) > Minerva Anestesiologica 1999 October;65(10):733-6

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

 

CASI CLINICI   Freefree

Minerva Anestesiologica 1999 October;65(10):733-6

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Blocco dei nervi sciatico, femorale e cutaneo laterale della coscia per meniscectomia in artroscopia in un paziente affetto da sindrome di Eisenmerger. Caso clinico

Rizzo D. 1, Giustiniano E. 1, Pellicori D. 2, Misiti C. M. 3, Cosco G. 3

1 Casa di Cura Cascini, Belvedere Marittimo (Cosenza), Servizio di Anestesia e Rianimazione; 2 Casa di Cura Cascini, Belvedere Marittimo (Cosenza), Servizio di Cardiologia; 3 Casa di Cura Cascini, Belvedere Marittimo (Cosenza), Servizio di Ortotraumatologia


PDF


La complicanza principale da prevenire nella patologia di Eisenmerger con shunt sinistro-destro durante un intervento chirurgico è l’abbassamento della pressione sistemica con diminuzione della perfusione polmonare e conseguente crollo dell’ossigenazione centrale. Il caso clinico è riferito ad un paziente di 32 anni, ASA 3, da sottoporre ad intervento di meniscectomia in artroscopia, affetto da sindrome di Eisenmerger con ventricolo unico di tipo sinistro, diagnosticata all’età di 3 anni e non corretta chirurgicamente. È stato eseguito il blocco dei nervi sciatico, femorale e cutaneo laterale della coscia con topivacaina che consente una copertura antalgica post-operatoria prolungata, con minimizzazione del rischio di ipotensione sistemica e polmonare rispetto ad un’anestesia generale, epidurale o subaracnoidea. Alla luce della nostra esperienza e dei dati della letteratura riteniamo che la tecnica anestesiologica meno rischiosa per la chirurgia degli arti inferiori nella sindrome di Eisenmerger sia il blocco tronculare.

inizio pagina