Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 1999 September;65(9) > Minerva Anestesiologica 1999 September;65(9):653-8

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

CASI CLINICI   Freefree

Minerva Anestesiologica 1999 September;65(9):653-8

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Anestesia epidurale continua mediante doppio catetere più sedazione per la chirurgia della colonna vertebrale dorso-lombare

Meggiorin G. 1, Onali A. 1, Manduco G. 1, Coraddu M. 2

1 Azienda Ospedaliera G. Brotzu, Brotzu SMH, Ospedale di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione - Cagliari, Unità Operativa di Anestesia I e Terapia Antalgica; 2 Azienda Ospedaliera G. Brotzu, Brotzu SMH, Ospedale di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione - Cagliari, Unità Operativa di Neurochirurgia


PDF


Viene presentato il caso di una paziente di 42 anni, obesa, portatrice di una protesi tracheale di Montgomery di piccolo calibro, da sottoporre a reintervento di decompressione midollare per una grossa massa fibro-cicatriziale dorso-lombare.
Tenaci aderenze impedirono la rimozione della protesi e la sua sostituzione con una cannula tracheostomica cuffiata, né risultò possibile l’inserimento di un tubo tracheale di calibro adeguato attraverso la branca esterna, perché di lume eccessivamente ridotto.
Questa imprevista situazione indusse a rinunciare all’anestesia generale con ventilazione meccanica; l’intervento venne eseguito in anestesia epidurale continua, associata a leggera sedazione, mediante due cateteri posizionati sopra e sotto la zona di compressione.
Il risultato fu ottimale sia sotto il profilo anestesiologico che chirurgico e conferma la validità e la sicurezza dell’anestesia epidurale per la chirurgia della colonna vertebrale dorso-lombare, anche nel paziente obeso.
La tecnica del doppio catetere ha permesso altresì di ottenere un’efficace ed omogenea estensione del blocco, pur con volumi contenuti di anestetico locale, nonostante la grave compressione e deformazione dello spazio epidurale determinata dalla massa cicatriziale.

inizio pagina