Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 1999 July-August;65(7-8) > Minerva Anestesiologica 1999 July-August;65(7-8):571-3

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

CASI CLINICI   Freefree

Minerva Anestesiologica 1999 July-August;65(7-8):571-3

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Intossicazione acuta da salicilato da assorbimento transcutaneo

Pertoldi F., D’Orlando L., Mercante W. P.

Azienda Ospedaliera Santa Maria degli Angeli - Pordenone, Servizio di Anestesia, Rianimazione e Terapia Intensiva


PDF


Le preparazioni di salicilato per uso topico sono impiegate come agenti cheratolitici nel trattamento di malattie dermatologiche. Descriviamo un caso di intossicazione severa da salicilato in un paziente di 70 anni affetto da psoriasi diffusa a chiazze, trattato con dosi crescenti di crema contenente acido acetilsalicilico. Dopo cinque giorni , il paziente si presentava con encefalopatia e acidosi metabolica con anion gap elevato. La concentrazione plasmatica di salicilato era di 695 mg/l. Con emodialisi urgente si è ottenuta la risoluzione della acidosi metabolica e la drastica riduzione del livello di salicilati plasmatici. Il salicilato è ben assorbito dalla cute integra e, a maggior ragione, dalla cute che ha perso la normale barriera epidermica. In corso di trattamento topico con salicilato, sarebbe opportuno eseguire il monitoraggio dei livelli plasmatici di salicilato nei primi giorni di terapia e dopo ogni modifica del trattamento.

inizio pagina