Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 1998 May;64(5) > Minerva Anestesiologica 1998 May;64(5):251-4

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

SEZIONE V
OUTOCOME, COMPLICAZIONI, PREVENZIONE, VALUTAZIONE, PROSPETTIVE  ATTI DELLA VIDEOCONFERENZA - 5 ottobre 1996
EMORRAGIA SUBARACNOIDEA: UN APPROCCIO PLURISPECIALISTICO - II
 Freefree

Minerva Anestesiologica 1998 May;64(5):251-4

Copyright © 1998 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Strategie riabilitative in pazienti con ESA

Mazzucchi A., Mammi P., Viappiana I.

Università degli Studi - Parma, Servizio di Neuroriabilitazione, Istituto di Neurologia


PDF


Il ruolo della terapia riabilitativa nella gestione dell’impairment neurologico dovuto ad emorragia subaracnoidea è trattato nella fase acuta, intermedia e cronica. Una quarta fase, definita come fase di diagnosi e trattamento dei «cripto-deficit» cognitivi e comportamentali, viene descritta. In ciascuna fase, enfasi viene posta all’organizzazione delle strategie riabilitative che dovrebbero essere il risultato di un approccio integrato di collaborazione all’interno del team, così da prevenire ed eventualmente correggere potenziali complicanze, applicando un trattamento olistico (fisico e cognitivo). Attualmente, il requisito essenziale della riabilitazione neuromotoria non è rappresentato dalla sola disponibilità di personale qualificato (fisioterapisti, logopedisti, specialisti in terapia occupazionale, etc..), ma da un ambiente adatto insieme ad una perfetta integrazione e pianificazione della programmazione operata dai diversi membri del team.

inizio pagina