Home > Riviste > La Rivista Italiana della Medicina di Laboratorio > Fascicoli precedenti > La Rivista Italiana della Medicina di Laboratorio 2020 Dicembre;16(4) > La Rivista Italiana della Medicina di Laboratorio 2020 Dicembre;16(4):225-31

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo
Share

 

EDITORIALE   Freefree

La Rivista Italiana della Medicina di Laboratorio 2020 Dicembre;16(4):225-31

DOI: 10.23736/S1825-859X.21.00083-9

Copyright © 2020 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Società scientifiche e COVID-19

Piero CAPPELLETTI



Il COVID-19 ha messo in luce la crisi delle Società Medico Scientifiche (SOMS), presente già nei primi anni duemila, sia sotto il profilo del networking scientifico che sotto il profilo dell’advocacy. Nuovi modi virtuali di “stare insieme” e di trasferirsi i risultati delle ricerche sono immaginabili. L’advocacy richiede il ripensamento del perimetro disciplinare, l’indipendenza dall’industria e dalla politica, il rispetto dei codici di condotta, l’apertura mentale a nuovi contenuti clinici e organizzativi. La sintonia tra leader e i membri delle SOMS, la trasparenza e la prassi della democrazia partecipativa, la accountability di persone e azioni e, d’altro canto, il coinvolgimento delle competenze, il ricambio generazionale, la capacità di cavalcare l’innovazione tecnologica sono fattori critici di successo.


KEY WORDS: Società scientifiche; Rappresentanza; Formazione medica

inizio pagina