Home > Riviste > La Rivista Italiana della Medicina di Laboratorio > Fascicoli precedenti > La Rivista Italiana della Medicina di Laboratorio 2019 Marzo;15(1) > La Rivista Italiana della Medicina di Laboratorio 2019 Marzo;15(1):10-29

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

RASSEGNA   

La Rivista Italiana della Medicina di Laboratorio 2019 Marzo;15(1):10-29

DOI: 10.23736/S1825-859X.19.00004-5

Copyright © 2018 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Biopsia liquida: una review

Fabio DEL BEN 1, 2, Michela BULFONI 3, Matteo TURETTA 2 , Giulia BRISOTTO 2, Agostino STEFFAN 2, Francesco CURCIO 1

1 Dipartimento di Area Medica, Università degli Studi di Udine, Udine, Italia; 2 SOC Immunopatologia e Biomarcatori Oncologici, Centro di Riferimento Oncologico di Aviano (CRO) IRCCS, Aviano, Pordenone, Italia; 3 Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine, Udine, Italia



L’accesso a materiale tumorale tramite un semplice prelievo venoso è generalmente chiamato “biopsia liquida”. In questa rassegna sono state presentate le esigenze cliniche che tale tecnica ha la possibilità di soddisfare, e le sue applicazioni in oncologia. Sono state quindi analizzate le diverse classi di biomarcatori: cellule tumorali circolanti (CTC), DNA tumorale circolante (ctDNA) ed esosomi, riportando le evidenze più recenti, il significato e l’utilità clinica di ciascun gruppo. È stata poi approfondita la caratterizzazione di CTC e ctDNA - le due classi attualmente considerate più vicini alla pratica clinica - dal punto di vista genetico, epigenetico e, nel caso delle CTC, proteomico. È inoltre proposta una comparativa tra le promesse e i limiti di CTC e ctDNA nel contesto clinico. In conclusione, l’interpretazione delle informazioni genetiche ottenute tramite biopsia liquida è stata commentata alla luce del fatto che diverse mutazioni - spesso considerate specifiche per malignità - sono state descritte anche in soggetti sani.


KEY WORDS: Biopsia liquida; Cellule tumorali circolanti; DNA tumorale circolante; Esosomi

inizio pagina