Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2021 December;74(4) > Medicina dello Sport 2021 December;74(4):579-89

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

Opzioni di pubblicazione
eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo
Share

 

PHYSIOLOGICAL AREA   

Medicina dello Sport 2021 December;74(4):579-89

DOI: 10.23736/S0025-7826.21.03678-4

Copyright © 2021 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Risposte prestative, fisiologiche e percettive a test di sprint ripetuti in giocatori di pallacanestro

Hakan GOVELI 1, 2, Mehmet G. KOSE 1, Tahir HAZIR 1, Ayse KIN-ISLER 1

1 Division of Movement and Training Sciences, Department of Exercise and Sport Sciences, Faculty of Sport Sciences, Hacettepe University, Ankara, Turkey; 2 Ministry of Education, BetulCan High School, Ankara, Turkey


PDF


OBIETTIVO: Lo scopo di questo studio era confrontare le risposte prestative, fisiologiche e percettive in giocatori di pallacanestro sottoposti a diverse prove volte a testare la capacità di eseguire sprint ripetuti.
METODI: Diciannove giocatori di basket che hanno partecipato volontariamente allo studio sono stati sottoposti, seguendo un ordine casuale, a test RSA in linea retta (6×25m; repeated sprint ability straight line [RSA-SL]), test RSA a navetta con cambio di direzione di 180° (change of direction [COD]) (6×[2×12,5m]; repeated sprint ability shuttle [RSA-SH]) e test RSA con 100° COD ([6×25m]; RSA-COD) e 25 secondi di recupero. Dopo i test RSA, il miglior tempo di sprint (best sprint time, BST), il tempo totale di sprint (total sprint time [TST]) e la percentuale di diminuzione della prestazione (performance decrement [PD]) sono stati individuati e definiti come risposte prestative. La frequenza cardiaca dei partecipanti (heart rate, HRmean e HRmax), i livelli ematici di lattato (lactate, LAmax) e le valutazioni dello sforzo percepito (ratings of perceived exertion [RPEmax]) sono stati individuati e definiti come risposte fisiologiche.
RISULTATI: L’ANOVA a misure ripetute ha indicato che RSA-SL aveva valori di BST e TST significativamente più veloci rispetto a RSA-SH e RSA-COD mentre RSA-SH aveva valori di BST e TST significativamente più veloci rispetto a RSA-COD (P<0,05). Per quanto riguarda la PD non sono state osservate differenze significative tra i 3 diversi test RSA (P>0,05). Inoltre, le risposte HRmean, HRmax, LAmax e RPEmax ai 3 diversi test RSA non sono apparse dissimili (P>0,05).
CONCLUSIONI: Sebbene RSA-SL, RSA-SH e RSA-COD fossero diversi in termini di BST e TST, il fatto di non aver riscontrato differenze nella PD, accompagnate dalle relative risposte fisiologiche e percettive, ha dimostrato che questi 3 test risultano analoghi a livello di fatica percepita e caratteristiche fisiologico-percettive.


KEY WORDS: Esercizio fisico; Sport di squadra; Lattati; Prestazione atletica

inizio pagina