Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2021 September;74(3) > Medicina dello Sport 2021 September;74(3):559-72

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo
Share

 

FORUM   

Medicina dello Sport 2021 September;74(3):559-72

DOI: 10.23736/S0025-7826.21.03984-3

Copyright © 2021 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Relazione tra i risultati del “functional movement screen” e i parametri della prestazione fisica nei giocatori di basket: risultati preliminari

Giuseppe FRANCAVILLA 1, Valerio BONAVOLONTÀ 2, Stefania CATALDI 2, Vito F. FASANO 2, Giuseppe MESSINA 3 , Francesco FISCHETTI 1

1 Paolo Giaccone University Hospital, Palermo, Italy; 2 School of Medicine, Department of Basic Medical Sciences, Neuroscience and Sense Organs, University of Bari “Aldo Moro,” Bari, Italy; 3 Department of Psychology, Educational Science and Human Movement, Posture and Biomechanics Laboratory, University of Palermo, Palermo, Italy


PDF


OBIETTIVO: Il concetto di allenamento moderno prevede sia la prevenzione che la prestazione. Il functional movement screen (FMS) è stato identificato come un possibile indicatore sport-specifico della performance oltre che di prevenzione degli infortuni. Obiettivo dello studio è verificare gli effetti di un programma di allenamento di forza e agilità in giocatori di pallacanestro sui valori dell’FMS e verificare se eventuali miglioramenti dei punteggi FMS fossero correlati con i parametri di forza e agilità.
METODI: BMI, i test 1RM di squat e alla panca piana, la batteria FMS modificata da Liebenson, l’agility test di Cuzzolin sono stati effettuati in 12 giocatori di pallacanestro (età 26.4±8.2 anni) prima e dopo 12 settimane di intervento composto da un programma di allenamento specifico di forza, agilità e sprint.
RISULTATI: Tranne per il BMI e per l’agility test (differenze non significative o minimamente significative), tutti gli altri test (forza alla panca piana e squat, FMS) hanno avuto incrementi medi statisticamente significativi tra il 7% e l’8% dopo le 12 settimane di allenamento. Nessuna relazione significativa tra i valori registrati dall’FMS e i parametri dei test fisici 1RM di forza e di velocità specifica dell’agility.
CONCLUSIONI: In base ai risultati preliminari del presente studio, per valutare la prestazione, è consigliabile l’utilizzo di test fisici tradizionali che risultano più indicati per la valutazione della condizione atletica rispetto a uno strumento più indicativo del rischio di infortunio quale è l’FMS.


KEY WORDS: Prevenzione e controllo; Esercizio; Sport

inizio pagina