Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2021 September;74(3) > Medicina dello Sport 2021 September;74(3):528-36

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo
Share

 

EXERCISE PRESCRIPTION AREA   

Medicina dello Sport 2021 September;74(3):528-36

DOI: 10.23736/S0025-7826.21.03840-0

Copyright © 2021 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Effetti comparativi dell’allenamento concomitante aerobico e contro resistenza a elevata intensità rispetto a quello a bassa intensità in soggetti di sesso femminile affetti da obesità

Sifiso DUBE, Musa MATHUNJWA, Brandon S. SHAW, Anneke VAN BILJON , Ina SHAW

Department of Human Movement Sciences, University of Zululand, KwaDlangezwa, South Africa


PDF


OBIETTIVO: Il numero di individui sovrappeso e affetti da obesità a livello globale è stimato in circa 1,4 miliardi di persone. Lo scopo dello studio era quello di esaminare l’efficacia di un programma di quattro settimane di allenamento concomitante aerobico e contro resistenza a elevata intensità rispetto alla controparte a intensità moderata sul miglioramento dei fattori di rischio delle malattie cardiometaboliche in soggetti obesi di sesso femminile.
METODI: Individui di sesso femminile di età compresa tra i 19 e i 26 anni sono stati divisi in tre gruppi: un gruppo ha seguito quattro settimane di allenamento concomitante aerobico e contro resistenza ad alta intensità ([high intensity; HI] N.=20), un secondo gruppo ha seguito quattro settimane di allenamento concomitante aerobico e contro resistenza a moderata intensità ([moderate intensity; MI] N.=20) e un gruppo di controllo ([control group; CG] N.=20). I partecipanti appartenenti al gruppo MI hanno preso parte a un programma di allenamento concomitante aerobico e contro resistenza cinque volte a settimana. Ogni sessione MI era caratterizzata da 20 minuti di allenamento aerobico al 60-70% di HRmax e otto esercizi di allenamento di forza eseguiti per due o tre serie costituite da 10-12 ripetizioni. I partecipanti appartenenti al gruppo HI hanno preso parte a un allenamento concomitante aerobico e contro resistenza tre volte a settimana. Ogni sessione HI consisteva di 20 minuti di allenamento aerobico al 75-90% HRmax e otto esercizi di allenamento di forza eseguiti per tre o quattro serie da otto a dieci ripetizioni. I partecipanti CG non hanno eseguito alcun esercizio.
RISULTATI: Il protocollo di allenamento seguito dal gruppo HI ha migliorato significativamente massa corporea (BM) (P=0,034), Indice di Massa Corporea (IMC) (P=0,050), WHR (P=0,031), RHR (P=0,012), RSBP (P=0,027), glucosio (P=0,034) e TC (P=0,041). Massa corporea (P=0,038), %BF (P=0,045) e RDBP (P=0,022) sono risultati significativamente migliorati nel gruppo MI.
CONCLUSIONI: Questo studio ha dimostrato che un volume di allenamento ridotto, contestualmente all’utilizzo di un protocollo di allenamento concomitante aerobico e contro resistenza HI, risulta più vantaggioso nel migliorare i fattori di rischio cardiometabolico nei soggetti obesi di sesso femminile rispetto a quanto fatto registrare da un numero più elevato di sessioni di allenamento concomitante aerobico e contro resistenza MI.


KEY WORDS: Allenamento di endurance; Sovrappeso; Sport

inizio pagina