Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2021 June;74(2) > Medicina dello Sport 2021 June;74(2):327-37

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo
Share

 

CASE REPORT   

Medicina dello Sport 2021 June;74(2):327-37

DOI: 10.23736/S0025-7826.21.03943-0

Copyright © 2021 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Utilità della visita medico sportiva nella diagnosi di displasia aritmogena del ventricolo destro in soggetto di 49 anni praticante body building light a livello amatoriale

Giovanni BONI 1 , Giovanni CARRERAS 2, Federico CRUSCO 3, Gianluca SAVARESE 4

1 Italian Sports Medicine Federation, Umbria Regional Committee, Perugia, Italy; 2 Electrophysiology and Electrostimulation Service, Department of Cardiology, S. Maria Hospital, Terni, Italy; 3 Department of Radiology, Santa Maria della Misericordia Hospital, Perugia, Italy; 4 Unit of Cardiology, Emergency Department, S. G. Battista Hospital, Foligno, Perugia, Italy


PDF


Lo scopo del lavoro è quello di enfatizzare l’importanza della visita medico sportiva al fine di evidenziare patologie misconosciute e difficili da scoprire in soggetti che praticano attività fisica anche a livello ludico amatoriale e non agonistico. La visita clinica effettuata in condizione di riposo, seppur comprensiva di elettrocardiogramma di base, fornisce ovviamente importantissime informazioni riguardo la salute del paziente, ma l’effettuazione del test da sforzo massimale riesce spesso a completare un quesito diagnostico o a indirizzare verso una diagnosi a volte non supposta dall’anamnesi o dagli accertamenti clinico diagnostici quali ECG di base, ecocardiogramma e/o risonanza magnetica cardiaca fatti o portati in visione. Il caso clinico di cui discutiamo nell’articolo riguarda proprio questo aspetto. Il paziente studiato durante la visita medico sportiva era già stato sottoposto a numerose visite cardiologiche a riposo che non erano riuscite a mettere in evidenza la patologia occulta e insidiosa: la displasia aritmogena del ventricolo destro.


KEY WORDS: Medicina dello sport; Test diagnostici, routine; Casi clinici

inizio pagina