Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2021 June;74(2) > Medicina dello Sport 2021 June;74(2):254-60

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo
Share

 

MEDICAL AREA   

Medicina dello Sport 2021 June;74(2):254-60

DOI: 10.23736/S0025-7826.21.03803-5

Copyright © 2021 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

La caffeina migliora realmente le prestazioni di forza massimale?

Thâmara R. MATHIAS 1, Dalton de LIMA-JUNIOR 2, Leylanne S. de MELO 1 , Heber A. de LIRA 1, Luciano M. de OLIVEIRA 3, Breno Q. FARAH 4, Gustavo VASCONCELOS 2, Natália B. BELTRÃO 4 , André L. PIRAUÁ 4

1 University Center Tabosa de Almeida (ASCES-UNITA), Caruaru, Brazil; 2 Department of Physical Education, University of Pernambuco, Recife, Brazil; 3 Department of Physical Education, Federal University of Pernambuco, Recife, Brazil; 4 Department of Physical Education, Federal Rural University of Pernambuco, Recife, Brazil


PDF


OBIETTIVO: Si raccomanda di evitare l’assunzione di caffeina prima di effettuare test di forza massimale. Tuttavia, l’effetto dell’assunzione di caffeina non è stato ancora appurato. Questo articolo ha analizzato l’ipotesi che la supplementazione di caffeina sia in grado di migliorare le prestazioni nel test di stima del valore di ripetizione massimale (1RM) su panca.
METODI: Si tratta di uno studio presperimentale, a momento singolo, in crossover, controbilanciato, in doppio cieco. Venti individui di sesso maschile (età 23±3 anni; peso corporeo 77,72±6,68 kg; altezza 1,77±0,06 cm; indice di massa corporea 24,77±1,57), con esperienza nell’allenamento di resistenza (5,8±2,93 anni), hanno effettuato quattro visite presso il laboratorio; le valutazioni di base e la familiarizzazione con l’1RM sono stati oggetto della prima visita. Tutti i soggetti sono stati sottoposti a test dell’1RM nelle tre condizioni seguenti: assunzione di caffeina (420 mg), assunzione di placebo (420 mg di amido di mais) somministrate 45 minuti prima dell’inizio del test, e controllo. Secondo l’analisi dei dati, è stata eseguita un’ANOVA a una via e il livello di significatività è stato fissato a P≤ 0,05.
RISULTATI: È stato osservato che non esistevano differenze significative nella forza massimale tra le condizioni (F[2,4]=0,011; P=0,99), e i carichi medi ottenuti in ciascuna di esse corrispondevano a 96,6±19,55 kg nel caso di integrazione di caffeina, 96,9±18,46 kg nel caso di assunzione di placebo e 96,00±19,04 kg nel controllo.
CONCLUSIONI: L’assunzione di caffeina non influisce sulle prestazioni di forza massimale della cintura scapolare e degli arti superiori in individui di sesso maschile allenati. Pertanto, non è necessario raccomandare di evitare l’utilizzo di caffeina prima della somministrazione del test 1RM.


KEY WORDS: Caffeina; Esercizio; Forza muscolare

inizio pagina