Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2021 June;74(2) > Medicina dello Sport 2021 June;74(2):223-34

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo
Share

 

PHYSIOLOGICAL AREA   

Medicina dello Sport 2021 June;74(2):223-34

DOI: 10.23736/S0025-7826.21.03808-4

Copyright © 2021 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Contributi del sistema energetico e risposte fisiologiche durante l’esecuzione di varianti di esercizi di Wingate singoli e ripetuti in atleti praticanti kickboxing

Necip F. KISHALI 1, Süleyman ULUPINAR 2 , Serhat ÖZBAY 3

1 Department of Physical Education and Sports, Faculty of Sport Sciences, Atatürk University, Erzurum, Turkey; 2 Ministry of Education, Ermenek District National Education Directorate, Karaman, Turkey; 3 Department of Physical Education and Sports, Faculty of Sport Sciences, Erzurum Technical University, Erzurum, Turkey


PDF


OBIETTIVO: Questo studio mira a determinare gli apporti energetici del sistema alattacido (alactic - PCr_w), glicolitico (glycolytic - GLY_w) e aerobico (aerobic - AER_w) durante l’esecuzione di un singolo sprint della durata di 6 s (6_SSE), di un singolo esercizio massimale della durata di 60 s (60_SME) e dell’esecuzione di ripetute di sprint di 10×6 s, intervallate da periodi di recupero di 30 s (10×6_RSE) e di mettere a confronto le prestazioni così ottenute e le relative risposte fisiologiche.
METODI: Quattordici kickboxer di sesso maschile hanno preso parte a questo studio. I contributi energetici stimati di PCr_w, GLY_w e AER_w sono stati calcolati in base all’assorbimento di ossigeno e ai valori del lattato. Per 10×6_RSE, il fabbisogno energetico stimato è stato calcolato sia per l’intero protocollo (10×6_RSE_overall) che per i soli sprint (10×6_RSE_sprint).
RISULTATI: I principali riscontri hanno mostrato che il dispendio energetico totale era più alto nel 10×6_RSE rispetto al 6_SSE e al 60_SME. I contributi relativi di PCr_w, GLY_w e AER_w erano 57,2%, 38,4% e %4,4 per 6_SSE; 43,1%, 12,8% e 44,1% per 10×6_RSE_overall; 66,6%, 19,7% e 13,6% per 10×6_RSE_sprint; e 27,8%, 43,6% e 28,6% per 60_SME, rispettivamente. Inoltre, non è stata riscontrata una differenza significativa tra il 60_SME e il 10×6_RSE nella depauperazione della PCr calcolata durante la fase veloce di EPOC (excess postexercise oxygen consumption [consumo di ossigeno in eccesso postallenamento]), mentre una media di 25,1 kJ di consumo di PCr è stata osservata durante gli intervalli di recupero del 10×6_RSE.
CONCLUSIONI: Di conseguenza, 10×6_RSE sembra essere il metodo più adeguato al monitoraggio delle prestazioni degli atleti che praticano discipline di combattimento e il suo utilizzo come strategia di allenamento appare giustificato.


KEY WORDS: Lattico, acido; Energia, metabolismo; Glicolisi

inizio pagina