Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2020 December;73(4) > Medicina dello Sport 2020 December;73(4):610-25

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo
Share

 

MEDICAL AREA   

Medicina dello Sport 2020 December;73(4):610-25

DOI: 10.23736/S0025-7826.20.03414-6

Copyright © 2020 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Analisi neurofisiologica della ritmicità dei processi di adattamento negli atleti e nei soggetti che praticano il rilassamento: uno studio sperimentale

Tatyana POPOVA , Yuri KORYUKALOV, Vadim ERLIKH, Olga KOUROVA

Research Center for Sport Science, Institute of Sports, Tourism and Service, South Ural State University, Chelyabinsk, Russia


PDF


OBIETTIVO: Lo scopo di questo studio sperimentale è stato quello di rivelare i meccanismi responsabili dei cambiamenti nell’EEG e nei parametri funzionali dei principali sistemi dell’organismo in persone di età compresa tra i 18 e i 30 anni durante l’adattamento ai carichi fisici e i regolari esercizi di rilassamento.
METODI: Abbiamo esaminato tre gruppi composti da studenti universitari e studenti di laurea magistrale (età media 24±3 anni): il primo gruppo era composto da atleti professionisti; il secondo da coloro che praticavano il rilassamento; il terzo da quelli che non praticavano né rilassamento, né alcun tipo di sport. Abbiamo anche studiato due gruppi aggiuntivi composti da atleti che si allenavano in condizioni di media altitudine e da studenti dopo l’esecuzione di esercizi cognitivi. Il numero totale dei partecipanti è stato di 80 individui.
RISULTATI: I risultati ottenuti hanno evidenziato sia pattern generali che differenze nella risposta adattativa dell’organismo a seconda dei soggetti appartenente ai vari gruppi presi in esame. Un segno comune dei processi di adatta mento dei partecipanti sono stati i cambiamenti ritmici nei parametri psicofisiologici con l’alternanza di fasi diverse di questi cambiamenti sia per quanto riguarda i processi bioelettrici che per le funzioni vegetative del corpo. L’analisi elettrofisiologica ha rivelato che le differenze nella natura e nel carattere dei cambiamenti adattativi sono dipese dai pattern di sincronizzazione nella corteccia degli emisferi cerebrali (localizzazione, periodicità, frequenza, ampiezza del ritmo alfa, ecc.) Questi pattern sono collegati alla specificità dei carichi di allenamento.
CONCLUSIONI: A seguito dello studio siamo giunti alla conclusione che la sincronizzazione gioca un ruolo cruciale nei processi di adattamento dell’organismo e che sono necessarie ulteriori ricerche longitudinali sulle peculiarità individuali e legate all’età che tenga conto della correlazione tra l’attività bioelettrica del cervello ed i cambiamenti adattativi nel corpo.


KEY WORDS: Atleti; Rilassamento, fisiologico; Elettroencefalografia; Omeostasi

inizio pagina