Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2020 September;73(3) > Medicina dello Sport 2020 September;73(3):526-33

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

EXERCISE PRESCRIPTION AREA   

Medicina dello Sport 2020 September;73(3):526-33

DOI: 10.23736/S0025-7826.20.03781-3

Copyright © 2020 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Gli effetti dell’attività fisica in bambini con sindrome del cuore sinistro ipoplasico dopo palliazione completa con intervento di Fontan

Marco A. PERRONE , Antonella SANTILLI, Andrea DE ZORZI, Attilio TURCHETTA, Maurizio BEVILACQUA, Adriano CAROTTI, Gabriele RINELLI, Paolo GUCCIONE

Department of Pediatric Cardiology and Cardiac Surgery, Bambino Gesù Children’s Hospital IRCCS, Rome, Italy


PDF


OBIETTIVO: La sindrome del cuore sinistro ipoplasico (hypoplastic left heart syndrome, HLHS) descrive un gruppo eterogeneo di patologie caratterizzate da iposviluppo delle strutture della parte sinistra del cuore. Diversi studi hanno investigato i possibili effetti benefici dell’attività fisica in questi pazienti, tuttavia questo argomento non è ancora del tutto chiarito. Lo scopo di questo studio era di valutare gli effetti dell’esercizio fisico su NT-proBNP in pazienti con HLHS dopo palliazione completa con intervento di Fontan.
METODI: Noi abbiamo arruolato 14 (9 maschi) pazienti con HLHS dopo intervento di Fontan. Ogni paziente è stato sottoposto a visita cardiologica, ecocardiogramma ed esami ematici. L’attività fisica è stata valutata sottoponendo ai bambini insieme ai loro genitori il Questionario Internazionale dell’Attività Fisica (IPAQ). In base al punteggio ottenuto i pazienti sono stati divisti in due gruppi. Nel gruppo I i bambini che svolgevano una regolare attività fisica quotidiana. Nel gruppo II, invece, sono stati considerati i bambini che, secondo i punteggi del questionario, conducevano una vita sedentaria.
RISULTATI: Tra i parametri ecocardiografici nello studio è stata presa in considerazione per valutare la funzione del ventricolo destro sistemico la fractional area change (RVFAC). L’analisi statistica non ha mostrato una differenza significativa nella funzione del ventricolo destro tra i due gruppi: RVFAC 36.29±4.8% vs. 35.14±5.3% (P>0.05) nel gruppo I e gruppo II rispettivamente. Abbiamo allora valutato se tra i due gruppi ci fosse una differenza tra i livelli di NT-proBNP e l’analisi dei dati ha mostrato una differenza significativa tra il gruppo I ed il gruppo II, 65.98±20.03 ng/L vs. 102.95±23.65 ng/L (P<0.01) rispettivamente.
CONCLUSIONI: I nostri dati mostrano una riduzione dei livelli di NT-proBNP nel gruppo dei bambini che svolgono attività fisica rispetto al gruppo dei bambini sedentari. Maggiori studi saranno necessari per confermare questi dati.


KEY WORDS: Sindrome del cuore sinistro ipoplasico; Attività fisica; Intervento di Fontan; Cuore univentricolare

inizio pagina