Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2020 September;73(3) > Medicina dello Sport 2020 September;73(3):430-42

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

MEDICAL AREA   

Medicina dello Sport 2020 September;73(3):430-42

DOI: 10.23736/S0025-7826.20.03658-3

Copyright © 2020 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Accuratezza di un semplice test da sforzo submassimale condotto nelle scuole per prevedere la salute cardiorespiratoria nei bambini delle scuole elementari

Jose C. DIZ 1, 2, Miguel A. SANCHEZ-LASTRA 2, 3 , Ivan MARTINEZ-LEMOS 1, 2, Carlos AYAN 1, 2

1 Well-Move Research Group, Department of Functional Biology and Health Sciences, Faculty of Education and Sport Sciences, University of Vigo, Vigo, Spain; 2 Galician Sur Health Institute (IIS Galicia Sur), Sergas-UVIGO, Spain; 3 Healthy Research Group, Department of Special Didactics, Faculty of Education and Sport Sciences, University of Vigo, Vigo, Spain


PDF


OBIETTIVO: Questo studio mira ad identificare il valore predittivo di un test da sforzo submassimale eseguito nelle scuole per la stima del livello di salute cardiorespiratoria (cardiorespiratory fitness, CRF), attraverso l’analisi del recupero della frequenza cardiaca (heart rate recovery, HRR) nei bambini che frequentano le scuole elementari. Un obiettivo secondario è quello di determinare se i risultati di questo test siano influenzati dall’indice di massa corporea dei bambini.
METODI: Un totale di 165 bambini ha effettuato un test da sforzo submassimale durante le lezioni di educazione fisica. La frequenza cardiaca è stata registrata cinque minuti prima dell’inizio del test (FC basale), subito dopo la fine del test (FC massima) e ad intervalli di un minuto per un totale di cinque minuti. I livelli di fitness sono stati identificati tramite il Test della Navetta di Léger (anche noto come “test di corsa a navetta di 20 metri”).
RISULTATI: Dalle curve corrette si può apprezzare un HRR più basso nei bambini che, oltre ad aver fatto registrare valori di CRF peggiori, mostravano anche valori percentuali inferiori di HRR60 e HRR300. Da sottolineare la notevole differenza in HRRt1/2, che ha denotato un recupero più lento nei bambini con valori meno buoni di CRF, con una differenza in termini assoluti pari a 34 secondi (P<0,001). HRRt1/2 è risultata essere la variabile che ha mostrato un valore predittivo più elevato. Complessivamente, si sono riscontrate differenze nell’HRR in relazione all’IMC, con un recupero più lento nei bambini in sovrappeso.
CONCLUSIONI: Il test da sforzo submassimale condotto nelle scuole si è dimostrato un metodo conveniente per prevedere il livello di salute cardiorespiratoria attraverso l’analisi del recupero della frequenza cardiaca nei bambini delle scuole elementari.


KEY WORDS: Sistema cardiovascolare; Educazione fisica e allenamento; Scuole; Salute pubblica; Salute cardiorespiratoria

inizio pagina