Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2020 September;73(3) > Medicina dello Sport 2020 September;73(3):392-404

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

PHYSIOLOGICAL AREA   

Medicina dello Sport 2020 September;73(3):392-404

DOI: 10.23736/S0025-7826.20.03582-6

Copyright © 2020 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Studio della relazione tra flessibilità del tendine del ginocchio e forza muscolare dei muscoli posteriori della coscia e dei quadricipiti negli atleti

Bihter AKINOĞLU 1, 2 , Banu KABAK 2, Ezgi ÜNÜVAR 2, Tuğba KOCAHAN 2

1 Department of Physiotherapy and Rehabilitation, Faculty of Health Sciences, Ankara Yıldırım Beyazıt University, Ankara, Turkey; 2 Ministry of Youth and Sports, General Directorate of Sports, Department of Health Services, Center of Athlete Training and Health Research, Ankara, Turkey


PDF


OBIETTIVO: La lesione al tendine del ginocchio è una delle lesioni muscolari più comuni negli sport. È noto che questo tipo di infortunio è causato da una tensione eccessiva e da una bassa resistenza del muscolo posteriore della coscia. Questo studio si propone di esaminare la relazione tra la flessibilità del muscolo posteriore della coscia e la forza muscolare concentrica ed eccentrica di entrambi i muscoli del tendine del ginocchio e del quadricipite negli atleti, comprendendo un confronto di questi parametri sulla base dei generi.
METODI: Questo è uno studio trasversale, a cui ha partecipato un totale di 253 atleti (età: 17±2 anni; peso corporeo: 65,04±14,35 kg; altezza: 1,72±0,10 m; Indice di Massa Corporea: 21,73±3,23 kg/m²; anno di attività sportiva: 7,46±2,82 anni; individui di sesso maschile: 170; individui di sesso femminile: 83). La flessibilità muscolare del tendine del ginocchio è stata determinata misurando l’angolo di estensione attiva del ginocchio (active knee extension, AKE) utilizzando un goniometro. La forza dei muscoli posteriori della coscia e dei quadricipiti è stata valutata utilizzando il dispositivo Isomed 2000® Isakinetic Dynamometer basato su valori concentrici-concentrici ed eccentrici-eccentrici rispettivamente a 60º/sec e 180º/sec.
RISULTATI: É stata trovata una debole correlazione negativa tra l’angolo AKE e la forza muscolare concentrica dei muscoli posteriore della coscia e del quadricipite a entrambe le velocità angolari nelle atlete di sesso femminile (r=240/406; P<0,05), mentre non vi era alcuna correlazione negli atleti di sesso maschile (P>0,05). D’altra parte, non vi era alcuna correlazione tra l’angolo AKE e la forza muscolare eccentrica dei muscoli posteriore della coscia e quadricipite a entrambe le velocità angolari sia in atleti di sesso femminile che maschile (P>0,05). È stato dimostrato che le atlete hanno un angolo AKE più elevato rispetto a gli individui di sesso maschile, mentre la forza concentrica ed eccentrica dei muscoli posteriori della coscia e dei quadricipiti è più debole (P<0,05).
CONCLUSIONI: Il nostro studio suggerisce che la flessibilità sia in grado di influire negativamente sulla forza muscolare concentrica nelle atlete, in quanto sono più flessibili e hanno una forza muscolare inferiore rispetto agli atleti di sesso maschile. Gli esercizi di forza concentrica ed eccentrica dovrebbero essere inclusi nei programmi di allenamento delle atlete e gli esercizi di potenziamento della flessibilità muscolare dovrebbero essere inclusi per gli atleti di sesso maschile.


KEY WORDS: Sport; Articolazione del ginocchio; Forza muscolare

inizio pagina