Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2020 June;73(2) > Medicina dello Sport 2020 June;73(2):312-26

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

EXERCISE PRESCRIPTION AREA   

Medicina dello Sport 2020 June;73(2):312-26

DOI: 10.23736/S0025-7826.20.03644-3

Copyright © 2020 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Effetti di un programma multimodale di esercizi sulla forza muscolare, sulle prestazioni fisiche e sulla resistenza cardiopolmonare nei pazienti con ictus: uno studio pilota controllato e randomizzato

Dongheon KANG 1, Jiyoung PARK 1, Hyunju PARK 1, Seck J. KIM 2, Hye-Jin LEE 2, Seon-Deok EUN 1

1 Department of Healthcare and Public Health Research, Korea National Rehabilitation Research Institute, Seoul, South Korea; 2 Department of Rehabilitation and Exercise, Korea National Rehabilitation Hospital, Seoul, South Korea


PDF


OBIETTIVO: La partecipazione all’esercizio fisico di pazienti con ictus può recare molti benefici in termini di riabilitazione fisica, sociale, mentale e psicologica. Tra i metodi, l’allenamento a circuito convenzionale, in associazione con esercizi aerobici e di resistenza, è quello più comune e dimostra effetti positivi nel miglioramento della forma fisica, come la forza muscolare, la resistenza cardiopolmonare e l’equilibrio. Tuttavia, l’allenamento a circuito convenzionale ha lo svantaggio di essere noioso e pertanto è necessario un programma multimodale di esercizi che metta insieme elementi di gioco con l’aggiunta di esercizi supplementari. Inoltre, i precedenti programmi di esercizi studiati tendevano a portare alla noia, in quanto si concentravano sull’effetto terapeutico di esercizi fatti in ospedale. Per giunta, pochi studi hanno valutato l’effetto di un programma multimodale di esercizi applicando in modo differenziato diverse intensità di esercizio. Pertanto, il presente lavoro ha esaminato l’effetto di un programma multimodale che associava l’allenamento a circuito, comprendente l’allenamento di resistenza e l’esercizio aerobico, con giochi ricreativi per determinare in che modo un tale programma potesse riuscire a migliorare la forza muscolare, le prestazioni fisiche e la resistenza cardiopolmonare.
METODI: I partecipanti con ictus sono stati assegnati in modo casuale al gruppo esercizi (N.=14) e di controllo (N.=14). Il gruppo esercizi ha effettuato 1 ora di allenamento multimodale tre volte alla settimana per 8 settimane, mentre il gruppo di controllo ha eseguito solo esercizi di equilibrio e di tonificazione.
RISULTATI: Nel gruppo esercizi sono stati osservati aumenti significativi della forza muscolare, delle prestazioni fisiche e dei livelli di resistenza cardiopolmonare. Per quanto riguarda la forza muscolare, nel gruppo esercizi sono stati rilevati miglioramenti significativi nell’estensione/flessione del ginocchio e nell’estensione/flessione del tronco. Per quanto riguarda la prestazione fisica, il punteggio della Berg Balance Scale e il test “Timed up and go” sono migliorati in modo significativo nel gruppo esercizi. Inoltre, per quanto riguarda la resistenza cardiopolmonare, i risultati del test di 6 minuti di camminata risultavano migliorati significativamente nel gruppo esercizi.
CONCLUSIONI: Il nostro studio ha dimostrato che i pazienti con ictus che hanno proseguito con il programma multimodale di esercizi per 8 settimane hanno mostrato miglioramenti nella forza muscolare, nelle prestazioni fisiche e nella resistenza cardiopolmonare.


KEY WORDS: Ictus; Esercizio fisico; Fitness fisica; Forza muscolare; Prestazioni funzionali fisiche

inizio pagina