Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2020 June;73(2) > Medicina dello Sport 2020 June;73(2):271-81

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

ORTHOPEDIC AREA   

Medicina dello Sport 2020 June;73(2):271-81

DOI: 10.23736/S0025-7826.20.03696-0

Copyright © 2020 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Effetto di un protocollo di allenamento adattato sulla mobilità articolare della caviglia di giovani calciatori

Piergiorgio FRANCIA 1, 2 , Carlo FERRI MARINI 2, Sonia TONI 1, Alessio MENCARELLI 1, Giulia IANNONE 3, Francesco LUCERTINI 2, Gabriele BRANDONI 4, Matilde MONTEIRO-SOARES 5, Ario FEDERICI 2, Barbara PICCINI 1

1 Meyer Children’s Hospital, Florence, Italy; 2 Division of Exercise and Health Sciences, Department of Biomolecular Sciences, Carlo Bo University, Urbino, Pesaro-Urbino, Italy; 3 National Association of Movement Sciences (ANIMO), Florence, Italy; 4 Unit of Diabetes Area Vasta 3, Macerata, Italy; 5 Department of Community Medicine, Information, and Decision Making in Health, Faculty of Medicine, University of Porto, Oporto, Portugal


PDF


OBIETTIVO: La pratica del calcio può comportare una significativa riduzione della mobilità articolare della caviglia (MAC) e relative temute conseguenze. Scopo di questo studio è stato quello di valutare gli effetti di un protocollo di allenamento adattato (PAA) sulla MAC di giovani calciatori.
METODI: In 31 maschi giocatori di calcio (età 13,2±0,5 anni) e in 31 giocatori di pallavolo confrontabili per età, sesso e indice di massa corporea, è stata valutata la MAC utilizzando un inclinometro mentre l’inclinazione della gamba sul piano sagittale è stata valutata mediante analisi delle immagini. I giocatori di calcio hanno eseguito due mesi (10 sessioni) di un PAA che includeva 4 esercizi volti a migliorare la MAC.
RISULTATI: All’inizio dello studio i giocatori di calcio hanno mostrato una MAC ridotta rispetto ai giocatori di pallavolo (127,6±15,3° vs. 141,0±20,5°; P<0,01) e un minor angolo tra gamba e piede quando valutati in posizione decubito supina (294,4±13,2° vs. 304,3±9,8°; P<0,001). Dopo il periodo di PAA è stato riscontrato un miglioramento statisticamente significativo del range di movimento della caviglia in flessione plantare (P<0,001) ma non in dorsiflessione. L’arto valutato (dominante-non dominante) non ha prodotto effetti sulla MAC misurata. La postura del piede dei soggetti in posizione supina è risultata essere in dorsiflessione rispetto ai controlli (P<0,001).
CONCLUSIONI: I giovani calciatori hanno mostrato una riduzione statisticamente significativa della MAC difficile da recuperare anche mediante un periodo di PAA. Questi risultati indicano la necessità di ulteriori studi in questo ambito.


KEY WORDS: Caviglia; Range di movimento articolare; Calcio; Infortuni sportivi; Prevenzione e controllo

inizio pagina