Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2020 June;73(2) > Medicina dello Sport 2020 June;73(2):231-45

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

MEDICAL AREA   

Medicina dello Sport 2020 June;73(2):231-45

DOI: 10.23736/S0025-7826.20.03529-2

Copyright © 2020 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Profilo morfologico di atlete spagnole della ginnastica acrobatica

Yaiza TABOADA-IGLESIAS 1, 2, Rocío ABALO-NÚÑEZ 1, 2 , Mercedes VERNETTA-SANTANA 3, Águeda GUTIÉRREZ-SÁNCHEZ 2, 4

1 Department of Functional Biology and Health Sciences, Faculty of Physiotherapy, University of Vigo, Pontevedra, Spain; 2 Education, Physical Activity and Health Research Group (Gies10-DE3), Galicia Sur Health Research Institute (IIS), University of Vigo, Pontevedra, Spain; 3 Department of Physical Education and Sport, Faculty of Sport Sciences, University of Granada, Granada, Spain; 4 Department of Special Didactics, Faculty of Science Education and Sport, University of Vigo, Pontevedra, Spain


PDF


OBIETTIVO: Gli studi morfologici nelle diverse discipline sportive sono ritenuti un importante filone di ricerca nell’ambito della scienza dello sport. Sono stati svolti diversi studi per scoprire quali variabili morfologiche determinino le prestazioni sportive e come identificare con accuratezza il talento. Lo scopo dello studio è di stabilire lo specifico e distintivo profilo morfologico tra ruoli nelle ginnaste dell’acrobatica.
METODI: Lo studio ha coinvolto 129 ginnaste a livello nazionale (54 top e 75 basi) provenienti da tutta la Spagna. Sono state registrate diverse misure antropometriche e sono stati svolti calcoli per determinare la composizione corporea, il somatotipo e la proporzionalità del corpo di queste ginnaste. Le misurazioni hanno seguito gli standard stabiliti dall’International Society for the Advancement of Kinanthropometry (ISAK).
RISULTATI: Le top hanno ottenuto valori inferiori rispetto alle basi in tutte le misurazioni antropometriche (P<0,05). Proporzionalmente, le misurazioni di entrambi i gruppi erano caratterizzate da valori bassi con l’eccezione di alcuni diametri, tra cui spicca il diametro bistiloideo del polso. La percentuale di massa grassa era più elevata nelle basi, mentre la percentuale di massa ossea era più alta nelle top. La mesomorfia è risultata la componente somatotipica più importante in entrambi i ruoli, sebbene fosse più alta nelle top. L’analisi di regressione ha determinato che IMC e mesomorfia sono indici predittivi del ruolo.
CONCLUSIONI: Ci sono differenze fra ruoli: un IMC basso e un’elevata mesomorfia sono caratteristiche fondamentali e specifiche per orientarsi verso il ruolo di top.


KEY WORDS: Antropometria; Composizione corporea; Sport; Donne

inizio pagina