Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2020 June;73(2) > Medicina dello Sport 2020 June;73(2):197-209

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

PHYSIOLOGICAL AREA   

Medicina dello Sport 2020 June;73(2):197-209

DOI: 10.23736/S0025-7826.20.03698-4

Copyright © 2020 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

I profili di fitness delle giovani pallavoliste

Suncica POCEK 1, Jovan VUKOVIC 1, Damjan JAKSIC 1, Nemanja LAKICEVIC 2, Giuseppe MESSINA 3 , Antonino BIANCO 3, Patrik DRID 1

1 Faculty of Sport and Physical Education, University of Novi Sad, Novi Sad, Serbia; 2 University of Palermo, Palermo, Italy; 3 Department of Psychology, Educational Science, and Human Movement, University of Palermo, Palermo, Italy


PDF


OBIETTIVO: I fattori che influenzano la prestazione nella pallavolo, in termini di abilità motorie, attengono alla potenza muscolare, alla velocità ed all’agilità. Il presente studio ha avuto l’obiettivo di esaminare le abilità e le caratteristiche fisiche delle pallavoliste riguardo l’età e la loro specializzazione.
METODI: Un totale di 35 partecipanti (categoria Juniores e Cadette) ha preso parte allo studio. Le partecipanti sono state valutate sull’elevazione in schiacciata e muro, la composizione corporea, il salto verticale e lo sprint sui 20 mt piani. I cambi di direzione sono stati misurati con un test T, uno sprint a navetta 9-3-6-3-9 m avanti-indietro e uno sprint a navetta 9-3-6-3-9 m con un giro di 180° (approccio avanti-avanti). Per rilevare un’eventuale differenza statisticamente significativa (P≤0,05) tra le squadre, le posizioni e le relative interazioni, un’ANOVA a due vie con post-hoc LSD è stata utilizzata. È stato adottato il software SPSS v. 20.0.
RISULTATI: Non sono state rilevate interazioni statisticamente significative per quanto concerne l’appartenenza alla squadra, le misure antropometriche e le varie abilità motorie oggetto di studio (P>0,05). L’età, gli anni di allenamento e la conoscenza tecnico-tattica delle giocatrici Juniores hanno determinato una migliore performance in tutti i test motori condotti, rispetto alle giovani pallavoliste cadette. Stratificando il campione per il ruolo ricoperto in campo, non sono emerse particolari differenze tra le giocatrici.
CONCLUSIONI: Questi risultati possono essere utili per i professionisti che si occupano di potenziamento muscolare e preparazione fisica nella pallavolo giovanile. L’intento è quello di fornire dati normativi, anche se provenienti da un campione molto piccolo, al fine di agevolare eventuali strategie metodologiche e/o eventuali comparazioni.


KEY WORDS: Pallavolo; Abilità motorie; Prestazione atletica

inizio pagina