Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2020 June;73(2) > Medicina dello Sport 2020 June;73(2):176-86

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

PHYSIOLOGICAL AREA   

Medicina dello Sport 2020 June;73(2):176-86

DOI: 10.23736/S0025-7826.20.03662-5

Copyright © 2020 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Studio dell’associazione fra velocità e agilità con la qualità dello schema motorio, in giocatori di sport a squadre

Dawid KOŹLENIA , Jarosław DOMARADZKI, Izabela TROJANOWSKA, Patryk CZERMAK

Department of Biostructure, Faculty of Physical Education, University School of Physical Education, Wroclaw, Poland


PDF


OBIETTIVO: La velocità e l’agilità sono abilità critiche per molti sport a squadre. È dunque molto importante identificare i fattori che le possano influenzare. Il Functional Movement ScreenTM è uno degli strumenti di screening maggiormente usati nel valutare la qualità del movimento e la sua stabilità. Questo fornisce una prestazione osservabile dei movimenti locomotori di base, di manipolazione e stabilizzanti. Queste abilità sono fondamentali per la competenza motoria. In via ipotetica, il punteggio di FMSTM dovrebbe essere associato alla velocità e alle abilità motorie, sebbene altre correlazioni rimangano dubbie. Lo scopo del nostro studio è stato quello di analizzare la correlazione tra schemi motori di qualità e le abilità di velocità e agilità, nei giocatori di sport a squadre.
METODI: Trentacinque atleti, maschi, professionisti, universitari: 13 calciatori con età pari a 21,34±0,9 anni, 11 giocatori di pallamano di età di 21,23±1,2 anni, 11 giocatori di basket di età di 21,37±0,7 anni. Il test FMS è stato condotto allo scopo di determinare la qualità degli schemi motori. Abbiamo utilizzato il test di sprint su 20 metri per determinare la velocità e il T-test Agility per valutare l’agilità.
RISULTATI: Non abbiamo riscontrato differenze significative riguardanti i livelli di velocità e agilità nei tre gruppi di sportivi. Abbiamo riscontrato differenze notevoli nella qualità del movimento tra calciatori e giocatori di pallamano. Gli sportivi con una qualità inferiore degli schema motori (punteggio FMS≤14) hanno riportato dei tempi peggiori durante i test di velocità e agilità. Comunque, solo il T-test Agility ha mostrato differenze statisticamente significative (P<0,05).
CONCLUSIONI: Gli schemi motori di bassa qualità sono associati a scarsa agilità. Allenarsi su schemi motori di buona qualità può quindi avere effetti positivi sulla prestazione di agilità.


KEY WORDS: Movimento; Test fisico; Atleti

inizio pagina