Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2019 December;72(4) > Medicina dello Sport 2019 December;72(4):676-86

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

FORUM   

Medicina dello Sport 2019 December;72(4):676-86

DOI: 10.23736/S0025-7826.19.03384-2

Copyright © 2019 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Effetti della correzione chirurgica della deviazione del setto nasale sulle prestazioni aerobiche

Tuba MELEKOĞLU 1 , Birgül ARSLAN 1, Ayşen TÜRK 2, Aslı BOSTANCI 3, Murat TURHAN 3

1 Faculty of Sports Sciences, Akdeniz University, Antalya, Turkey; 2 Faculty of Medicine, Akdeniz University, Antalya, Turkey; 3 Antalya Training and Research Hospital, University of Health Sciences, Antalya, Turkey


PDF


Il consumo massimale di ossigeno è un fattore determinante delle prestazioni aerobiche. Una sezione trasversale decrescente del naso aumenta la resistenza respiratoria e potrebbe causare affaticamento respiratorio. Perciò, la correzione delle deformità posteriori del setto permette di aumentare in modo significativo la sezione trasversale della cavità nasale. Ridurre la resistenza delle vie aeree nasali potrebbe migliorare la capacità di esercizio aerobico. Questo caso clinico aveva lo scopo di esaminare gli effetti del trattamento chirurgico della deviazione del setto sulle prestazioni aerobiche e le risposte cardiopolmonari. Un soggetto maschio di 25 anni, fisicamente attivo e con una deviazione del setto nasale, ha eseguito il test sulle prestazioni aerobiche una settimana prima e due mesi dopo la settoplastica. Sono stati registrati i parametri cardiopolmonari e quelli relativi ai tempi di esecuzione per valutare e interpretare le prestazioni legate all’esercizio aerobico. I livelli di sonnolenza diurna e di ostruzione nasale percepita sono stati monitorati tramite la Scala di Epworth per la valutazione della sonnolenza (Epworth Sleepiness Scale, ESS) e la Scala di Valutazione dei Sintomi di Ostruzione Nasale (Nasal Obstruction Symptom Evaluation, NOSE), rispettivamente. Tramite rinometria acustica sono state valutate le sezioni trasversali e i volumi della cavità nasale. Dopo la settoplastica, i punteggi delle scale ESS e NOSE sono diminuiti (da 7 a 2 e da 65 a 5, rispettivamente) con un aumento della sezione trasversale della cavità nasale. Il tempo di esecuzione massimale è aumentato e la fase di test è stata mantenuta con un calo della frequenza cardiaca e del consumo di ossigeno in tutte le fasi del test aerobico incrementale. I risultati suggeriscono che la settoplastica potrebbe migliorare le prestazioni aerobiche aumentando l’economia di lavoro. Nel nostro caso la settoplastica ha ridotto la frequenza cardiaca, la ventilazione e il consumo massimale di ossigeno durante un carico di lavoro incrementale. I nostri risultati potrebbero essere utili agli sportivi professionisti con ostruzione nasale, al fine di migliorare le prestazioni aerobiche e diminuire il dispendio respiratorio.


KEY WORDS: Chirurgia nasale; Prestazione atletica; Consumo di ossigeno; Meccanica respiratoria

inizio pagina