Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2019 December;72(4) > Medicina dello Sport 2019 December;72(4):562-77

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

ORTHOPEDIC AREA   

Medicina dello Sport 2019 December;72(4):562-77

DOI: 10.23736/S0025-7826.19.03543-9

Copyright © 2019 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Epidemiologia delle lesioni muscoloscheletriche negli atleti che praticano windsurf: studio in un campionato del mondo

Beatriz MINGHELLI 1, 2 , Joana P. MATOS 1, João S. GUERREIRO 1

1 School of Health Jean Piaget Algarve, Piaget Institute, Lisbon, Portugal; 2 Research in Education and Community Intervention (RECI), Piaget Institute, Lisbon, Portugal


PDF


OBIETTIVO: Il windsurf ha guadagnato diversi praticanti nel mondo e questi movimenti specifici, il fatto di dipendere dalle condizioni ambientali e dal materiale utilizzato rende i praticanti soggetti a lesioni. Questo studio si proponeva di analizzare l’epidemiologia delle lesioni e i fattori di rischio di infortuni negli atleti che praticano windsurf.
METODI: Il campione analizzato comprende 58 atleti che hanno partecipato ai campionati mondiali di windsurf di Portimão, svoltisi in Portogallo, di età compresa tra 14 e 71 anni, di cui 54 (93,1%) individui di sesso maschile; 27 (46,6%) atleti hanno gareggiato in Raceboard e 31 (53,4%) in Formula Windsurfing. Lo strumento di misurazione era rappresentato da un questionario riguardante la caratterizzazione biologica della popolazione e gli aspetti relativi a modalità e infortuni.
RISULTATI: Quarantuno (70,7%) atleti hanno riferito di aver subito qualche tipo di infortunio dall’inizio della pratica del windsurf, 16 (27,6%) hanno dichiarato di essere infortunati in quel momento, 18 (31%) in un periodo di 6 mesi e 24 (41,4%) in un periodo di 12 mesi. Ci sono stati 3,91 infortuni in 1000 ore di allenamento in windsurf. Le lesioni più comuni sono rappresentate da tendinopatia (42%), lesioni articolari (cartilagine, menisco, lesioni/ distorsione dei legamenti, lussazione) (15,8%) e lesioni muscolari (stiramento, contusione) (13%) localizzate a livello di spalle (23,7%), piede e dita (15,8%), gomiti (13%) e colonna lombare (13%). Tra le modalità di infortunio più frequenti c’erano l’esecuzione di una manovra (26%), l’impatto con la tavola (21%) e la trazione del piede (11%).
CONCLUSIONI: Il windsurf è uno sport che provoca lesioni muscoloscheletriche più elevate, principalmente a livello delle spalle, essendo la tendinopatia il tipo più frequente di infortunio, causato dall’esecuzione di una manovra. È necessario mettere a punto strategie di prevenzione degli infortuni, compreso uno specifico allenamento e l’accompagnamento degli atleti da parte di una squadra sportiva.


KEY WORDS: Ferite e lesioni; Epidemiologia; Sport

inizio pagina