Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2019 December;72(4) > Medicina dello Sport 2019 December;72(4):540-51

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

MEDICAL AREA   

Medicina dello Sport 2019 December;72(4):540-51

DOI: 10.23736/S0025-7826.19.03498-7

Copyright © 2019 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Relazione tra percezioni di sé specifiche e impegno sportivo negli studenti universitari

Tatjana TUBIĆ

Faculty of Sport and Physical Education, University of Novi Sad, Novi Sad, Serbia


PDF


OBIETTIVO: Esaminare se gli studenti universitari di sesso maschile e femminile presentino differenze nella percezione di sé in ambiti specifici a seconda che siano impegnati o meno nello sport (a livello individuale o come parte di una squadra) e se l’esperienza nello sport e/o il livello di impegno sportivo contribuiscano ai risultati ottenuti nelle percezioni di sé.
METODI: Il campione comprende 786 studenti, 366 di sesso maschile e 420 di sesso femminile. Sul totale degli studenti universitari dell’Università di Novi Sad (Serbia), 253 non sono impegnati in attività sportiva, 182 praticano sport individuali e 351 sport di squadra. La ricerca (semestre estivo 2017) ha utilizzato il questionario Profilo di auto-percezione per studenti universitari; i punteggi dei sottogruppi di auto-percezione specifici di un ambito sono considerati variabili dipendenti, mentre l’impegno sportivo (individuale, sportivo di squadra o non atletico), l’esperienza nello sport e il livello di impegno sportivo sono variabili indipendenti.
RISULTATI: Considerando il campione generale e le variabili, i risultati ottenuti dal modello generale lineare mostrano che ci sono differenze statisticamente significative nell’auto-percezione tra studenti universitari di entrambi i sessi, a seconda che partecipino a sport individuali o di squadra o che non siano affatto attivi dal punto di vista sportivo. Sono stati ottenuti effetti principali univariati significativi nell’auto-percezione per genere, tipo di impegno sportivo - sport individuale / sport di squadra / non atleta, ed esperienza nell’impegno sportivo, ma non per livello di impegno nell’attività sportiva.
CONCLUSIONI: L’impegno sportivo può essere una guida per una sana percezione di sé, poiché questo studio ha messo in evidenza che più è protratto nel tempo l’impegno sportivo, maggiori sono gli effetti sulla percezione di sé in ambiti specifici, soprattutto nel campione di sesso femminile.


KEY WORDS: Percezione di sé; Sport; Salute mentale; Prevenzione e controllo

inizio pagina